Seguici su

Attualità

Il vero problema sono i biellesi

Pubblicato

il

BIELLA – Facciamo un attimo il punto: sottopasso che si allaga ogni tre per due, funicolare che si muove per grazia ricevuta, cestovia che rischia il fallimento ogni 10 minuti peggio di Alitalia, strada Trossi a 4 corsie, no 2, forse 3, negozi affittasi ad ogni angolo, incivili che parcheggiano accazzo davanti allo chalet, incivili che parcheggiano accazzo sulle strisce dei pullman, incivili che parcheggiano accazzo ovunque, parcheggio dell’ospedale prima gratis, poi no, poi solo metà, poi forse vedremo, il “vecchio” ospedale lasciato a marcire senza alcun piano di risanamento, prima Spa, poi uffici comunali, poi dormitorio, ah no, magari un centro anziani anche se tutti ci vogliono l’Ikea.
Volume della musica troppo alto alla 21 e chiamano i carabinieri, 4 persone che parlano in strada e chiamano i carabinieri, bambini che giocano a pallone in cortile e chiamano i carabinieri, signora investita sulle strisce in centro all’ora di punta da auto pirata e nessuno vede nulla, cittadinanze assegnate con la riffa, inchini, frasi sconnesse sul social, aumenti di stipendio dopo 10 minuti dal voto.

Filmati e raid di sedicenti negazionisti del Covid, militari in Baraggia che “oh mio dio mi buttano giù la casa”, presunte risse ai giardini Zumaglini, 40 persone coinvolte, no forse 20, qualcuno dice 10, alla fine erano in 3, antenne 5G della discordia che poi forse sono 4G, galleria della Volpe che perde i pezzi, lamentele perché è tutto chiuso, lamentele perché è tutto aperto, togliete il Serd dal centro città, lasciate il Serd dove si trova, mettete le barriere sul ponte, le barriere non servono, vogliamo il mercato europeo, il mercato europeo toglie profitti ai negozi di zona, maledetti cinghiali, maledetti cacciatori, aiutiamo i commercianti e i bar, il caffè a 1,10€ me lo bevo a casa mia, le strade sono piene di buche, perché chiudono per asfaltare che creano solo disagio.
Tutto ciò solo nell’ultimo anno e voi pensate che il problema a Biella sia la mascherina, il vero problema a Biella, sono i biellesi.

La Biella che piaceVa

2 Commenti

2 Comments

  1. Raffaella Coda Bertetto

    23 Novembre 2020 at 15:40

    Io mi chiedo invece come si possa scrivere un “articolo” in questo modo, non firmato ovviamente, perché sarebbe stato troppo imbarazzante.

  2. Carlo

    24 Novembre 2020 at 1:05

    Il piu bello articolo da quando leggo il giornale online,vero,pieno di sentimenti che vengono dal cuore e dalla ragione.Molto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com