La Provincia di Biella > Attualità > Commercio domani sera in centro l’anteprima della Notte della Moda
Attualità Biella Circondario -

Commercio domani sera in centro l’anteprima della Notte della Moda

Vetrine viventi e intrattenimenti vari: negozi aperti fino alle 23

Commercio domani sera in centro l’anteprima della Notte della Moda

Domani sera, venerdì 20 settembre, i negozi del centro storico di Biella rimarranno aperti fino alla 23 in occasione de “Il giro del Mondo in una Notte”. E’ questo il titolo della «preview» della Notte della Moda, in programma in particolare in via Italia. Quello in agenda vuole essere solo un piccolo antipasto, di un progetto ampio e articolato, che vede impegnata la nuova amministrazione per trasformare Biella in «Città della Moda».

L’evento è co-organizzato dal Comune di Biella con lo stretto coinvolgimento di Iis «Q. Sella», Its Tam e i commercianti del centro cittadino. Venerdì sera via Italia e le strade limitrofe, dalle 18 alle 23, si trasformeranno in una esposizione di outfit originali con i negozi aperti e alcuni momenti di intrattenimento.

Il progetto prevede l’esposizione di 16 abiti ideati dagli studenti dell’Iis «Q. Sella», indirizzo Sistema Moda articolazione Tessile, abbigliamento e moda, più il ritorno delle tanto apprezzate vetrine viventi. Saranno poi allestiti tre corner dall’Iis «Q. Sella»: all’inizio di via Italia ci sarà nei pressi di Cigna Dischi un angolo speciale dedicato alla moda degli Anni 70 e ai Beatles, nella piazzetta del Caffè Magnino ci sarà un angolo dedicato all’abbigliamento sportivo, mentre sotto i portici del Comune la scuola spiegherà le proprie attività. Alcuni studenti interpreteranno il ruolo di ciceroni e spiegheranno i temi dei vari abiti, 16 in altrettanti negozi del centro, tutti ispirati alla cultura e alle usanze di alcune tra le principali metropoli mondiali. Le città coinvolte sono Atene (Grecia), Cannes (Francia), Casablanca (Marocco), Nuova Delhi (India), Edimburgo (Scozia), Helsinki (Finlandia), Kyoto (Giappone), Londra (Inghilterra), Mascate (Oman), Mosca (Russia), Parigi (Francia), Pechino (Cina), Reykjavik (Islanda), Salamanca (Spagna), San Pietroburgo (Russia) e Dallas (Usa).

Una lunga serie di negozi, quasi una ventina, aggiungeranno poi il ritorno delle «vetrine viventi», con allestimenti originali lungo le strade, oltre a via Italia coinvolte viale Matteotti, via San Filippo, via Marconi e via Vescovado. Ci sarà poi un angolo dedicato agli abiti da sposa e alle calzature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *