La Provincia di Biella > Attualità > Un aiuto alle famiglie per pagare il pullman agli studenti
Attualità Circondario -

Un aiuto alle famiglie per pagare il pullman agli studenti

Il comune di Ponderano contribuirà alle spese per il trasporto Atap degli studenti: questa la decisione della giunta, di cui usufruiranno le famiglie residenti che sostengono tali spese per i figli che frequentano le scuole medie superiori di tutta la provincia.

Il comune di Ponderano contribuirà alle spese per il trasporto Atap degli studenti: questa la decisione della giunta, di cui usufruiranno le famiglie residenti che sostengono tali spese per i figli che frequentano le scuole medie superiori di tutta la provincia.

Il comune di Ponderano contribuirà alle spese per il trasporto Atap degli studenti: questa la decisione della giunta, di cui usufruiranno le famiglie residenti che sostengono tali spese per i figli che frequentano le scuole medie superiori di tutta la provincia.

Il provvedimento consiste in realtà in un ampliamento del contributo, presente già dall’anno scorso, dal 15 al 20 per cento; inoltre esso è stato esteso agli studenti degli istituti di tutto il Biellese, non più solo di Biella. Il contributo, per accedere al quale bisogna compilare e consegnare all’Ufficio Protocollo del Comune il modulo allegato entro il 27 agosto, è solo il primo di una serie di iniziative.

«Il comune –  spiega il sindaco Elena Chiorino -,  ha in cantiere numerose proposte: l’introduzione di servizi prescuola e doposcuola (forse a partire da ottobre), ma soprattutto un servizio di tutoraggio. A partire da gennaio gli studenti maggiorenni universitari o dell’ultimo anno di superiori residenti potranno infatti offrirsi come tutor per i ragazzi più giovani, ricevendo in cambio dal comune probabilmente il rimborso di parte delle spese sostenute per i libri di testo o per le tasse universitarie».

Il primo cittadino non esclude inoltre, se vi saranno i fondi, un ulteriore aumento del contributo per le spese Atap.

Eric Repetto

Articolo precedente
Articolo precedente