La Provincia di Biella > Attualità > Campionati mondiali di pizza, tra i 700 anche cinque biellesi
Attualità -

Campionati mondiali di pizza, tra i 700 anche cinque biellesi

Ecco chi sono

Campionati mondiali di pizza, tra i 700 anche cinque biellesi.

Campionati mondiali di pizza

Sono in corso di svolgimento a Parma i campionati mondiali di pizza. Tra gli oltre 700 partecipanti provenienti da tutto il mondo ci sono anche cinque biellesi. Si tratta di Luigi Apicella della pizzeria Pace di Biella, Simon Gerunda di Simon Pizza di Biella, Paolo Maglione di P&R di frazione Viebolche di Vallemosso, Marco De Marchi di Joker Biella e Gianluca Concu della pizzeria Firmino di Cavaglià, tutti in gara nella categoria di “pizza classica”.
«E’ una grande soddisfazione partecipare per la terza volta ai campionati del mondo – commenta Simon Gerunda – Fino adesso la gara è andata benissimo anche se bisognerà aspettare domani (oggi per chi legge) per avere i risultati definitivi. In gara ho presentato la pizza “Tentazioni d’Aprile”, ogni partecipante doveva infatti dare un nome alla sua creazione. Ho farcito la mia pizza con polipo caramellato al Porto, mozzarella fior di latte, spuma di crema di piselli, crumble di olive taggiasche e ricotta di bufala». Ma anche i suoi colleghi biellesi non sono stati da meno.
«Per quanto riguarda la sfida a coppia detta “pizza a due” io e Gianluca Concu abbiamo presentato la pizza Ettore – commenta Luigi Apicella – Davanti ai giudici ho “scoppiato” le vongole in padella con peperoncino, uno spicchio d’aglio, pepe, prezzemolo, fumetto di pesce e vino bianco. Appena si sono aperte ho tolto le vongole e ho cotto i broccoletti nel loro fondo di cottura. A parte ho preparato un concassé di pomodorini datterini e un corallo di bottarga di tonno. Quindi Gianluca ha informato la pizza con broccoletti e fior di latte; in uscita abbiamo aggiunto le vongole, la stracciatella pugliese, fili di peperoncino e il corallo».
Non meno appetitosi sono stati poi gli abbinamenti per le pizze presentate durante la sfida individuale.
«In    questo caso ho realizzato la pizza “Rebecca” con impasto indiretto in metodo polish e l’ho farcita con provola affumicata e mozzarella di bufala – continua ancora Luigi Apicella – In uscita tonno fresco pinna gialla, scorza di limone grattugiata e corallo al peperoncino». Tra l’altro Apicella è un veterano della manifestazione avendo vinto il campionato del mondo nel 2013 con la pizza “Penelope” nella categoria della pizza senza glutine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente