Seguici su

Eventi e cultura

Il film con Miriam Leone e Fabio De Luigi, “Metti la nonna in freezer” è ispirato alla tragedia di Trivero

La madre era mancata, ma il figlio non aveva detto niente a nessuno tenendo il cadavere in casa per percepire la pensione della donna

Pubblicato

il

TRIVERO – Il nuovo film con Miriam Leone e Fabio De Luigi “Metti la nonna in freezer” si ispira alla tragica vicenda di Trivero, quando un 65enne, che si era trasferito con la madre a Bellavista da alcuni anni, alla morte della stessa non aveva detto niente a nessuno e l’aveva riposta in un grande freezer.

Lo stesso produttore racconta da dove nasce l’idea del film

Come riportano i colleghi di NotiziaOggi, è lo stesso produttore del film Nicola Giuliano a raccontare sulle pagine di “Rolling Stone” come è nata la pellicola. Nello specifico, la storia è ispirata alla vicenda venuta alla luce nel settembre del 2016 in frazione Bellavista a Trivero. Qui il cadavere di una donna di quasi 103 anni venne ritrovato nel freezer sistemato all’interno di un appartamento in cui viveva con il figlio di 65 anni.

L’uomo continuava a percepire la pensione

L’anziana era mancata, ma lui non aveva detto niente a nessuno. L’aveva riposta in un grande freezer che aveva fatto arrivare tenendola in casa. Non vedendo più la donna erano iniziati i sospetti, il 65enne dava poca confidenza e comunque cercava sempre di rassicurare sulla salute della mamma. Alla fine però i carabinieri hanno bussato alla sua porta per verificare ed è in quel momento che hanno scoperto la verità. La donna era morta da mesi, per cause naturali, ma il figlio disoccupato aveva continuato a ricevere la pensione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *