Seguici su

Eventi e cultura

All’étoile biellese Davide Dato il premio speciale al Taobuk Awards, accanto a due Nobel per la letteratura

Pubblicato

il

Nella serata di gala al teatro Greco di Taormina del 3 ottobre, nell’ambito del festival letterario internazionale Taobuk, si sono svolte le premiazioni dei Taobuk Awards.

Sono stati premiati con il prestigiosissimo Taobuk Awards for Literary Excellence gli scrittori Mario Vargas Llosa e a Svetlana Aleksievič, premi Nobel per la Letteratura nel 2010 e nel 2015, e Giorgio Montefoschi, Premio Strega nel 1994.

Le motivazioni del premio risiedono nel modo in cui questi tre scrittori, che rappresentano tre fulgidi esempi di massimo impegno civile, siano testimoni dell’imprescindibilità dell’azione degli intellettuali nella società e del potere della letteratura come veicolo di cambiamento

Taobuk Awards sono stati consegnati al regista, produttore e sceneggiatore Pupi Avati, vincitore di tre David di Donatello, al cantautore, musicista e produttore Brunori SAS vincitore, tra gli altri, del Premio Tenco e di un Nastro d’Argento per la miglior colonna sonora e autore di una strepitosa performance dal vivo, e al violoncellista Mario Brunello, eccellenza della musica italiana esibitosi nelle maggiori sale da concerto del mondo, che ha emozionato il pubblico con due incantevoli esecuzioni.

Ad infiammare la platea, tra un intervento e l’altro sono le evoluzioni e l’intensa espressività di prestigiosi danzatori di scuola classica come Davide Dato, primo ballerino dell’Opera di Vienna, a lui le menzioni speciali consegnate da Gabriella Tigano, direttore del parco archeologico Naxos Taormina).

La serata è stata condotta dal giornalista del Tg1-RAI Alessio Zucchini e da Antonella Ferrara, presidente di Taobuk e vero Deus-ex-machina di questo fantastico e riuscitissimo festival.

La serata di gala, uno spettacolo variegato ed saltante, è stato costruito come un format televisivo che andrà in onda in differita su Rai3 il 9 ottobre alle 23.15, per la regia di Marco Bonfante.

Foto di Kosmas Pavlos

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *