La Provincia di Biella > Cronaca > Tempio crematorio, i Ravetti offrono 1.500 euro a famiglia per cancellare l’orrore
Cronaca Biella -

Tempio crematorio, i Ravetti offrono 1.500 euro a famiglia per cancellare l’orrore

Risarcimento danni

Quanto vale per una famiglia la ferita provocata dallo scandalo del tempio crematorio? Circa 1.500 euro. E’ questa la cifra, cento euro in più cento in meno, che i legali della famiglia Ravetti avrebbero offerto alle parti lese identificate dalla Procura. 1.500 euro per cancellare la “lugubre catena degli orrori”, fatta di scambio di ceneri,  bare di cartone contenenti poveri resti bruciati insieme e con le ceneri mescolate insieme ad altra cenere tenuta in una cesta. Solo per fare più in fretta, per bruciare più resti possibili e fare più soldi.

Alcune famiglie hanno accettato, altre no. Al Comune di Biella sarebbero stati offerti 10mila euro, ma anche in questo caso la risposta è stata negativa.

Marco ed Alessandro Ravetti  saranno processati con rito abbreviato a partire dal 22 maggio. Leggi anche: Niente patteggiamento si va al processo.

© riproduzione riservata