Seguici su

Cronaca

Insegnante di filosofia palpeggiava le studentesse, sospeso

Pubblicato

il

Un docente di storia e filosofia di un liceo novarese induceva giovani alunne a sottostare ad approcci di natura sessuale. Come riportano i colleghi di Prima Novara, sono state le stesse vittime a rompere il muro del silenzio.

Un comportamento seriale

In particolare è stato accertato che il docente insisteva sul fatto che occorresse svolgere degli approfondimenti assolutamente necessari in vista della maturità, o il completamento di ricerche o la stesura di libri (alcuni di essi pubblicati), per fissare con le stesse incontri privati in aule particolarmente appartate della scuola o, addirittura, presso la propria abitazione.

Era in queste occasioni che si avvicinava alle alunne per baciarle sulla bocca e sul collo, palpeggiarle in zone erogene e in altre parti del corpo e attuare contatti fisici non voluto, indesiderati e ovviamente traumatizzanti. Non si conosce il numero esatto delle vittime: al momento hanno testimoniato cinque studentesse, quattro appena maggiorenni e una di 17 anni.

Sospeso dalla cattedra per un anno

Su delega della Procura di Novara, si è proceduto alla perquisizione domiciliare e al sequestro di alcuni supporti informatici in uso all’indagato (cellulare, personal computer, tablet), nonché all’interrogatorio di alcune ragazze, allieve o ex allieve del docente. Lo scorso 9 dicembre è stata ufficializzata la misura cautelare dal GIP di Novara, che consiste dall’interdizione dalla professione di docente per la durata di un anno.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *