Seguici su

Cronaca

E’ ufficiale: da lunedì il Biellese è zona rossa

Pubblicato

il

BIELLA – “A seguito delle decisioni assunte dal Governo e durante l’incontro che abbiamo avuto poco fa con la Regione Piemonte è stato comunicato e confermato che a partire da lunedì saremo zona rossa“. E’ quanto compare sulla pagina ufficiale del Comune di Biella.
Tutti i dettagli su La Nuova Provincia di Biella in edicola domani.
“Siamo al lavoro per raccogliere tutti i dettagli e le informazioni – dice il sindaco Claudio Corradino – , alle 18 in diretta su Facebook ornirò tutti gli aggiornamenti e risponderò alle vostre domande. Per intanto posso già confermarvi che a seguito di quanto in fase di pubblicazione, il Governo ha stabilito che per le prossime settimane compresi i giorni di Pasqua e Pasquetta saremo zona rossa”
🔴Scuole di ogni ordine e grado DA LUNEDÌ chiuse o in dad al 100%, compresi nidi e micronidi.
🔴 Negozi chiusi fatta eccezione per generi alimentari, servizi essenziali, farmacie e altre categorie previste dal Decreto nell’allegato 23 e 24
🔴 Divieto di uscire se non per motivi di lavoro, salute, di urgenza o attività fisica in prossimità delle proprie abitazioni
‼️ Per gli spostamenti sarà necessaria autocertificazione. SCARICATE QUI IL MODELLO
La Regione Piemonte sta predisponendo ulteriori azioni a brevissimo termine:
🔴 Mercati di generi non alimentari sospesi (gia’ da domenica)
🔴 Divieto di spostamento nelle seconde case (da domani)
🔴 Divieto di accesso alle aree gioco e attrezzate.
“Saremo tenuti ad adeguarci alle regole – conclude Corradino -, che sottolineo arrivano da Governo e Regione, nella speranza che si possa vaccinare nel più breve tempo possibile una fetta cospicua di cittadinanza. Qui a Biella la situazione resta sotto controllo e so che per tutti è un momento difficile e di sconforto, ma uniti dobbiamo uscire da questa pandemia. Per cortesia utilizzate mascherine, gel, rispetto delle distanza di sicurezza!”
4 Commenti

4 Comments

  1. Francesca

    12 Marzo 2021 at 16:12

    Perfetto e su questo nessuno discute (anche se ce ne sarebbe da dire)a lo stato che dice tanto si lavorare, dove ha dimenticato i congedi per le famiglie che da lunedì si ritrovano i figli a casa in DAD e non hanno nessuno da poterli lasciare ? Be per loro è comodo hanno tate ecc…e non parliamo del bonus baby sitter che è vergognoso perché per un genitore che lavora 8 ore sto bonus è una vergogna, ma per i comuni mortali sta gente ultrapagata cosa sta facendo?
    Mi fate veramente schifo e poi leggo sui giornali in Italia ci sono poche nascite..per forza con un paese così che agevola la delinquenza e tanto altro le famiglie le lascia all ultimo posto anzi non gliene frega proprio niente …

    • Claudia

      12 Marzo 2021 at 16:40

      Uno schifo!!! Adesso rimettete il triage in ospedale??? Vergognatevi…lunedì nessuno ha controllato dove andavo e cosa dovevo fare!!! Per non parlare di chi non lavora da ottobre e percepisce una cassa integrazione ( quando arriva!) di 320 euro…ma Vergognatevi veramente che è passato un anno e siamo uguali se non peggio ad un anno fa!!! Ah certo il governo dice di chiudere ma gli aiuti??? E poi perché chi ha malattie croniche non può essere seguito??? Perché chiudere le prenotazioni di controlli??? Che vergogna….ormai o ti ammali di civid o se no sei un nulla!! Per non parlare poi di chi come me oggi ha il marito con la febbre e il tampone secondo la mia dottoressa non lo fa fare perché non ha sintomi!!! E io immunodepressa che cavolo faccio??? Quindi facciamolo a pagamento!! Vergognatevi…siete veramente delle M….!!!!

  2. paolo

    12 Marzo 2021 at 18:32

    A SERV A NUT

  3. Giuliofox

    13 Marzo 2021 at 20:20

    La presa per il culo contunua !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com