La Provincia di Biella > Cronaca > E’ caccia al fuoristrada grigio che ha investito una donna in via Repubblica
Cronaca Biella -

E’ caccia al fuoristrada grigio che ha investito una donna in via Repubblica

Fondamentale la testimonianza di un trentenne che ha visto la scena

E’ caccia al fuoristrada grigio che ha investito una donna in via Repubblica
Incidente
Ha rallentato quasi fino a fermarsi. Poi, forse preso dal panico, ha dato gas ed è scappato via. Senza soccorrere la donna che aveva appena travolto sulle strisce pedonali.
E’ ancora aperta la caccia al pirata della strada – o alla pirata – che nel tardo pomeriggio di ieri ha investito una donna di circa 55 anni in una strada del centro cittadino. Leggi qui quanto accaduto
E’ successo verso le 19 in via Repubblica. Un fuoristrada, probabilmente di marca Toyota, proveniente da via XX settembre, all’incrocio con via Caraccio ha svoltato alla propria destra, in direzione viale Matteotti. Il conducente non si è reso conto che proprio in quel momento una donna stava attraversando la carreggiata. L’impatto è stato inevitabile. La signora è caduta a terra, un paio di metri più in là, mentre l’automobilista è ripartito poco dopo, abbandonandola ferita e sanguinante sull’asfalto.
Questo è quanto emerso finora, grazie alla testimonianza di una persona che ha assistito all’incidente. Si tratta di un trentenne. Era appena uscito dal dentista e stava percorrendo via Repubblica a piedi. E’ stato lui a precipitarsi in auto alla donna e a chiamare i soccorsi. Pochi minuti dopo sono arrivate due ambulanze, di cui una medicalizzata. Insieme a loro anche due volanti e una pattuglia della polizia stradale.
I sanitari del 118 hanno prestato le prime cure sul posto alla sfortunata biellese, prima di portarla al pronto soccorso. Era cosciente, parlava e muoveva le gambe, ma aveva un profondo taglio alla testa e lamentava forti dolori a una spalla. Alla fine è giunta all’ospedale “Degli Infermi” in codice giallo. Non è dunque in pericolo di vita.
Nel frattempo la polizia si è subito attivata per rilevare l’incidente e raccogliere ogni informazione utile al ritrovamento dell’automobilista.
Era buio e tutto si è svolto in pochi secondi, il testimone non è riuscito a prendere nota del numero di targa, né tantomeno ha visto chi fosse al volante. Pare, però, che si trattasse di un grosso Suv di colore grigio.
Al momento di andare in stampa, il veicolo e l’automobilista non sono ancora stati rintracciati.

© riproduzione riservata