Seguici su

Cronaca

Donna si incatena ad Andorno, “Voglio mio figlio”

Pubblicato

il

Una madre si è legata al portone degli uffici comunali, portando con sè un cartello. Dopo una lunga trattativa i carabinieri l’hanno convinta a desistere. Recentemente le è stata tolta la custodia del minore

Una 47enne della val Cervo si è incatenata nella prima mattinata del 3 giugno davanti agli uffici della Comunità montana di Andorno. Con sè ha portato un cartello che recita: "Voglio mio figlio". Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno convinto la madre a sciogliere le catene.

Il tribunale dei minori le ha recentemente tolto la custodia del figlio di sei anni, e la donna ha deciso di inscenare la protesta.

 

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com