Seguici su

Cronaca

Distrugge slot machine a Santhià dopo aver perso duecento euro

L’uomo riconosciuto dai carabinieri è stato denunciato

Pubblicato

il

Lo scorso 1° novembre, un cittadino albanese di 30 anni, deluso ed arrabbiato per avere perduto una somma di circa 200 Euro giocandola alle slot machine di una sala giochi di Santhià, aveva sfogato le proprie ire nei confronti della macchinetta mangiasoldi, colpendola ripetutamente con pugni e calci, causandone anche la rottura del monitor.
Successivamente si era allontanato velocemente ma, preso dalla rabbia per la perdita e dall’impeto per i fatti di cui si era reso responsabile, non si era reso conto di essere stato ripreso chiaramente dalle telecamere di sicurezza del locale.
Le ricerche, subito intraprese da parte dei Carabinieri della locale Stazione, sono state coronate presto da successo: infatti, l’iracondo soggetto si è presentato spontaneamente presso la medesima Stazione Carabinieri qualche giorno dopo, al fine di chiedere informazioni per una vicenda del tutto diversa, indossando i medesimi capi d’abbigliamento che aveva addosso
anche la sera della perdita al gioco.
Riconosciuto dal Carabiniere che l’ha ricevuto in caserma, l’albanese è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in quanto ritenuto gravemente indiziato di danneggiamento aggravato nei confronti del titolare della sala slot.
Quindi, alla perdita al gioco ora si sommerà il risarcimento, probabilmente assai più rilevante, dei danni alla macchina elettronica, nonché l’eventuale conto che gli verrà presentato dalla Giustizia in caso di un’eventuale condanna conseguente alla denuncia.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *