Seguici su

Cronaca

Addio alla professoressa Mariella Barberis Negra

E’ morta a 71 anni Mariella Barberis Negra, in seguito a una malattia che non le ha lasciato scampo. Era una storica insegnante di italiano

Pubblicato

il

mariella barberis negra

Per decenni ha insegnato alle scuole medie di Trivero italiano e storia. E’ morta a 71 anni la professoressa Mariella Barberis Negra, in seguito a una malattia che non le ha lasciato scampo.

Tra gli anni Ottanta e Novanta ha sempre insegnato alla scuola media diventando una vera istituzione. Una insegnante decisa che amava il suo lavoro e che cercava di trasmettere le basi dell’italiano ai suoi studenti.

In classe voleva soprattutto l’attenzione e l’ordine, sapeva premiare l’impegno dei suoi studenti. Intere generazioni la ricordano. Anche per il suo carattere deciso era rispettata da tutti.

Una volta raggiunta la pensione si era dedicata al volontariato e anche ai concorsi di letteratura. Aveva scoperto di essere ammalata solo qualche mese fa, poi la situazione è precipitata in modo assai rapido.

Ultimamente era stata ricoverata all’ospedale San Raffaele di Milano, e ha poi trascorso gli ultimi giorni in una sorta di hospice nella zona di Bergamo, vicino alla figlia Flavia.

Nata nel basso Triverese, Mariella Barberis era una persona conosciuta anche per la sua notevole attività nel mondo della cultura e dell’associazionismo sociale della zona. Per molti anni era stata volontaria all’interno dell’Avis Trivero, ricoprendo anche incarichi nel direttivo (era stata vice segretaria). Era una volontaria dell’associazione Amici del santuario della Brughiera: tantissimi fedeli e visitatori la ricordano all’ufficio accoglienza all’ingresso del luogo di culto, o a darsi da fare quando c’era da organizzare qualche iniziativa a favore del santuario.

Fino all’ultimo è stata anche volontaria all’associazione Delfino, dove svolgeva soprattutto lavori di uffici e organizzazione dei servizi: «Era una persona precisa e scrupolosa – la ricorda il presidente Ernesto Giardino -. Era con noi da parecchi anni, dando una mano in vari ambiti, a supporto delle attività. Certamente lascia un vuoto all’interno della nostra associazione. La ricordo con affetto, e a nome di tutti la ringrazio per l’impegno e per le tante ore che ha dedicato al volontariato».

Nata nel basso Triverese nel 1951, Mariella Barberis Negra era poi andata ad abitare al Villaggio Residenziale assieme al marito Franco Briasco, mancato improvvisamente nel maggio del 2019 (l’uomo era un noto artigiano edile, tra i principali manutentori delle proprietà Zegna, e anche da pensionato era punto di riferimento per tanti amici che si rivolgevano a lui per un consiglio sui lavoretti). Con Franco aveva messo al mondo una figlia, Flavia, che poi si è sposata con Simone.

Appassionata di letteratura, Mariella Barberis amava anche scrivere poesie. E proprio una delle sue poesie, dal titolo “Tu”, nel 2005 era risultata vincitrice della prima edizione del concorso nazionale “Il Mulino di Soprana”, che aveva visto la partecipazione di autori di tutto il Nord Italia. Proprio l’amore per la cultura e la letteratura aveva portato la donna a collaborare in più occasioni con l’associazione culturale “Il prisma” e la Pro loco, per esempio leggendo e commentando pagine d’autore.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com