Seguici su

Attualità

Marciapiedi sconnessi e una passeggiata in centro città a Biella può trasformarsi in un incubo

La disavventura di una donna, una lastra rotta in via Vescovado l’ha fatta cadere: bilancio, forti contusioni e occhiali rotti

Pubblicato

il

BIELLA – È inciampata giovedì mattina in via Vescovado, presso l’entrata della Diocesi, a causa di una buca che si è formata tra le lastre di pietra. Vittima della caduta una donna di 56 anni che si è procurata una forte contusione sul braccio destro, sulla spalla e sul viso con conseguente rottura degli occhiali. A rendere noto l’episodio è Tiziana Barsotti, protagonista o per meglio dire vittima dell’accaduto.

«Quando vado a fare una passeggiata, nel quadrilatero degli affari e nel centro di Biella, mi succede spesso che camminando tranquillamente rischio sempre di cadere per terra. È anche umiliante, poca gente viene ad aiutarti, questa volta mi è venuta incontro una ragazzina per assicurarsi del mio stato di salute. Ho fatto male a non chiamare il pronto soccorso ma non l’ho fatto proprio perché una persona si sente umiliata e si incolpa della caduta. Sono subito andata da un fisioterapista che mi ha consigliato di fare due giorni di riposo e successivamente di andare a fare un’ecografia per individuare delle possibili microfratture. »

La signora ha postato la storia dell’accaduto sui social dove molti altri cittadini biellesi le hanno scritto un messaggio di solidarietà e le hanno raccontato di aver subito cadute del genere a cause delle buche presenti sui marciapiedi della città.

«Mi ricordo delle promesse fatte dal sindaco – continua la signora – durante la campagna elettorale. Diceva che avrebbe lastricato via Italia per non far inciampare le signore con i tacchi. Io indosso sempre scarpe basse e come molti altri miei concittadini rischio sempre di farmi male per fare una semplice passeggiata. Cosa devo fare una assicurazione per uscire a camminare per Biella?».

 

Edoardo Silvestri

5 Commenti

5 Comments

  1. Spillo

    12 Aprile 2022 at 9:36

    Come molti amministratori politici, anche a Biella non si smentiscono dai Bla bla e basta, trovo che la città in questi 2 anni è molto peggiorata e il peggio è che devono passare ancora circa 2 anni

    • Maria. Bombardi

      12 Aprile 2022 at 10:51

      Anche io ho preso una storta a causa di una buca in Via della Vittoria a Chiavazza. Mi sono procurata una frattura scomposta al gomito sinistro ed ho subito un intervento di più di tre ore. Non parlo poi di uno stiramento alla schiena molto doloroso e resistente agli antidolorifici.
      Chi mi consiglia un bravo fisioterapista?

  2. Pier Giovanni Malanotte

    12 Aprile 2022 at 11:13

    Il Comune è assicurato; ma la assicurazione sosterrà che, stante lo stato della pavimentazione delle strade della Città da tempo così esistente e fatto notorio,, la signora doveva stare attenta a camminare.
    Concludendo : il male ed il resto; ha ancora colpa la signora.
    Per le promesse mi viene in mente un proverbio che parla di un certo marinaio ed anche una canzone, bella, di Mina.
    Auguri signora.

  3. 63steap

    12 Aprile 2022 at 14:34

    È quando ci sarà la roggia a cielo aperto su Via Italia speriamo venga attivato un servizio di bagnini …….. è veramente pietosa la situazione di Biella (vedi ad esempio Via Pietro Micca e il marciapiede di Via per Tollegno) ormai da anni.

  4. pippo

    12 Aprile 2022 at 18:50

    Se certi luridi fossero riusciti ad ottenere i numerosi milioni di euro previsti per la nostra provincia, adesso avremmo raggiunto almeno il traguardo minimo delle strade in condizioni migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *