Seguici su

Biella

Il carcere non sia una macchia indelebile

Il commento di Vittorio Barazzotto

Pubblicato

il

BIELLA – Il tema delle carceri è spesso dimenticato dalla cattiva politica, perché è un argomento complesso che merita una riflessione attenta ed occuparsi dei diritti dei detenuti potrebbe essere addirittura controproducente in termini di consenso popolare. I problemi del carcere rimangono così rinchiusi nel perimetro delle case circondariali, come i detenuti all’interno delle proprie celle, per poi degenerare in episodi drammatici di cui periodicamente si dà notizia.

Qualche giorno fa è stato presentato dal Prefetto di Biella un progetto, sostenuto dal garante dei diritti dei detenuti della provincia e da varie associazioni di volontariato, che si pone l’obiettivo di mantenere un legame affettivo tra i genitori carcerati ed i propri figli, che scontano in libertà una pena pesante quanto quella dei propri padri.

Per integrare una così importante iniziativa, vista anche la sensibilità del Prefetto su questo argomento, occorre investire anche sulla formazione dei detenuti, richiamando l’attenzione della Regione Piemonte su un tema evidentemente non ritenuto prioritario. A livello locale le risorse ci sono, l’istituto scolastico alberghiero “Gae Aulenti” di Biella può mettere a disposizione docenti per avviare percorsi di avviamento professionale.

La pandemia ha esasperato l’isolamento dei detenuti, a cui sono state sottratte gran parte delle offerte formative e se non ci si adopera per assicurare loro una preparazione professionale che li possa riabilitare una volta tornati in libertà, le conseguenze sociali saranno nefaste, dentro e fuori dal carcere. Anche il Presidente della Repubblica Mattarella ha recentemente risollevato l’attenzione mediatica sulle carceri e sul percorso di reinserimento nella società, perché la detenzione non diventi una macchia indelebile.

Non si tratta di eccesso di pietismo, ma di un motivo concreto e pratico. Un carcere che non funziona bene può diventare criminogeno e indirizzare verso le recidive.

 

Vittorio Barazzotto

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com