Seguici su

Biella

I più forti golfisti under 16 del mondo in scena alle Betulle

Grande evento sportivo

Pubblicato

il

BIELLA – Con la chiusura delle iscrizioni avvenuta alla mezzanotte di giovedì è iniziato ufficialmente il conto alla rovescia della 14a edizione del 

che scatterà sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle domenica 29 agosto, per concludersi martedì 31 e vedrà in azione le giovani promesse del golf mondiale.

Malgrado le incertezze e le problematiche dovute alla pandemia, che ha causato l’annullamento del campionato nel 2020 e inevitabilmente condizionato le adesioni soprattutto delle squadre straniere, l’entry list si compone comunque di oltre 130 nomi (a fronte dei 144 disponibili) in rappresentanza 16 nazioni. Tenendo conto della situazione mondiale neanche troppo distanti dai numeri record del 2019 che videro al via 21 paesi per circa 170 preiscritti. Con l’Italia quest’anno ci saranno i portacolori di: Repubblica Ceca, Danimarca, Svizzera, Norvegia, Slovacchia, Slovenia, Irlanda, Austria, Francia, Belgio, Lettonia, Germania, Liechtenstein, Polonia e Finlandia.

Tra gli stranieri ai primi posti dell’elenco troviamo i cechi Jakub Janda e Timotej Formanek, i danesi Emil Elkjær Petersen e Bertil Johan Lykkeberg, lo svizzero Marc Keller, lo slovacco Adam Bencik e i norvegesi Oscar Bach e Marvin Lee, tutti con handicap compreso tra il -4 e il -2.

Folta, numerosa e competitiva come sempre è la schiera degli azzurrini guidata da (seguendo l’ordine di merito): Marco Florioli (Bergamo), Giovanni Binaghi (Monticello), Michele Ferrero (Torino), Luca Memeo (Royal Park), Mattia Parrini (Torino), Luca cavalli (Croara), Giovanni Manassero (Verona) e tra i giovanissimi il tredicenne Edoardo Spluga conosciuto nel Biellese per aver vinto nel 2019 i Campionati Italiani Under 12 a Cavaglià.

Nell’edizione 2019, dove venne annullato l’ultimo giro per maltempo, ci fu la vittoria ex aequo dello scozzese Ruben Lindsay e del sudafricano Amilkar Bhana.

Immutata la formula di gioco che prevede la disputa di 72 buche stroke-play con taglio dopo i primi due giri. I primi 40 della classifica più gli eventuali pari merito parteciperanno alle 36 buche finali che si disputeranno nella giornata conclusiva di martedì.

In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 2/3 giocatori) che verrà assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro.

La manifestazione è dedicata a Teodoro Soldati, giovane promessa del golf azzurro tragicamente scomparso nel luglio del 2015. Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Partner dell’evento è Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *