Seguici su

Biella

Cara Biella, sai ancora essere una città gentile e solidale

Una bella storia

Pubblicato

il

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Oggi a Biella ho assistito a una scena meravigliosa. Una ragazza in carrozzina, lungo via Lamarmora, era in difficoltà. Sembrava bloccata, forse a causa del pavè dissestato. Sono stata la prima a chiederle se avesse bisogno d’aiuto. Lei, garbatamente, ha risposto no.

Un’altra signora, vedendola ferma al centro dell’incrocio con via Garibaldi, ha addirittura bloccato l’auto in mezzo alla strada per andare a soccorrerla.

Io, a spasso con il cane, ho seguito la ragazza in carrozzina perché non ero tranquilla. All’altezza dell’Esselunga, ha tentato di attraversare via Lamarmora, ma la sua carrozzina faticava ad andare avanti. Si è fermato un motociclista, ha parcheggiato la moto e l’ha spinta fino dall’altra parte della carreggiata.

Sotto i portici lisci dell’Esselunga la ragazza non ha più avuto problemi ed è filata via. Io mi sono sentita molto più tranquilla, ma soprattutto felice e commossa nel constatare che Biella è ancora una città gentile e solidale.

Lettera firmata

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *