La Provincia di Biella > Attualità > #UnHospicediEmozioni: parte domani la nuova iniziativa online di LILT Biella
Attualità Biella -

#UnHospicediEmozioni: parte domani la nuova iniziativa online di LILT Biella

BIELLA – Il valore del volontariato attraverso le emozioni di chi assiste i malati: #UnHospicediEmozioni raccoglie le testimonianze dei volontari di LILT Biella che prestano la loro opera gratuita all’interno dell’Hospice (gestito dalla nostra Associazione in convenzione con l’ASL BI) e, grazie alla voce di tanti attori biellesi, le fa correre nell’etere affinché quante più persone possibili le possano ascoltare.


Ed emozionarsi. Sì, perché il volontariato in Hospice è un volontariato speciale, fatto principalmente di Ascolto: di vite, storie, speranze, esperienze, riflessioni. Un ascolto che si declina in tante altre azioni, dal semplice silenzio, allo scambio reciproco di sentimenti, confidenze, pensieri, emozioni, preoccupazioni, piccole gioie quotidiane, paure. Da una carezza a un semplice sorriso. Sempre in totale assenza di giudizio e per sostenere e accompagnare chi vive un periodo di grande sofferenza e fragilità come il fine vita.

Ed ecco quelle persone che non ci sono più riprendere vita grazie ai ricordi dei volontari. La loro presenza sta nelle loro storie, nella voce di chi le racconta, nel pensiero di chi li ricorda. #UnHospicediEmozioni è anche e soprattutto uno spaccato di vita quotidiana della nostra società che, contrariamente da quanto si potrebbe pensare, ricalca nelle dieci stanze ubicate al terzo piano dell’Ospedale di Biella, la vita quotidiana e straordinaria di chiunque di noi: ed ecco i matrimoni, i rapporti di amicizia e di coppia, non importa di quale genere e tipo. Ecco la dura realtà dell’immigrazione e del carcere e le scelte di chi, da questa società, ha preso commiato decidendo di vivere più a contatto con la natura. La vita, sino alla fine. Vissuta con il maggior rispetto e dignità possibili. E, adesso, anche raccontata da un punto di vista speciale e al tempo stesso straordinario come quello del volontariato.

Che fa, che non si tira mai indietro, che contribuisce ogni giorno, quasi in silenzio a migliorare la nostra comunità. L’invito che LILT Biella rivolge è, adesso che le diagnosi di tumore e gli screening hanno dovuto subire una netta battuta d’arresto, adesso che la paura è quella che il cancro possa essere avanzato senza nessuno controllo, quello di mettersi in Ascolto. E condividere. Affinché le emozioni possano contagiarci e abbracciarci tutti. Per un futuro senza cancro, per continuare a lottare.

© riproduzione riservata