La Provincia di Biella > Attualità > Si apre la stagione della pesca
Attualità Biella Circondario -

Si apre la stagione della pesca

Tranne nei laghi e nei bacini montani al di sopra dei mille metri

stagione della pesca

Si apre oggi, domenica 23 febbraio, per circa 2000 pescatori, la stagione di pesca in tutte le acque salmonicole della Provincia di Biella, ad eccezione dei laghi e bacini montani al di sopra dei 1.000 metri dove l’apertura della pesca inizierà la prima domenica di giugno. La stagione si concluderà domenica 4 ottobre 2020.

Rispetto all’anno scorso non ci sono particolari novità: i versamenti della licenza di pesca vanno entrambi intestati alla Regione. Si confermano le disposizioni di legge che riguardano gli attrezzi e i sistemi di pesca, la quantità e le misure del pesce pescato, i periodi di divieto e le zone “no kill”, dove cioè il pesce pescato viene rilasciato.

Per pescare nelle acque interne del Piemonte bisogna essere muniti di licenza. Ce ne sono di due tipi se si escludono i pescatori professionali , di tipo B e D, per il pescatore dilettante, sono costituite esclusivamente dalla ricevuta di versamento delle tasse e soprattasse regionali di 12 e 23 euro. La licenza di pesca vale 365 giorni dalla data di versamento delle tasse e consente la pesca in tutte le acque interne italiane non sottoposte a diritti di pesca esclusivi.

Sono esonerati dal pagamento delle tasse i cittadini italiani minori di anni 14 ed i soggetti di cui alla legge 104 sull’handicap che possono esercitare la pesca in tutte le acque libere con un documento che attesti il diritto all’esenzione ed un documento di identità valido.
La legge regionale sulla pesca consente anche al pescatore occasionale di pescare con il permesso giornaliero (costo 5 euro). Il permesso è valido esclusivamente per un giorno nelle acque ricomprese nel territorio della Provincia di Biella.

© riproduzione riservata