Seguici su

Attualità

Santuario S. Giovanni, s’allungano i tempi della rimozione della frana

Pubblicato

il

Dopo l’avvio dei lavori di ricostruzione della strada provinciale della Valle Cervo adesso il problema è rappresentato dallo sgombero della frana caduta sul perimetro esterno del Santuario di San Giovanni d’Andorno. Un’impresa di non facile attuazione a causa delle difficoltà dell’intervento stesso.
Prima della rimozione dei massi caduti sulla provinciale che collega il santuario ad Oropa da parte dell’amministrazione provinciale sarà infatti necessario una verifica sulla stabilità dell’intero complesso religioso, verifica che dovrà essere effettuata dalla proprietà, in questo caso la Fondazione che gestisce il complesso. «Solo a quel punto – conferma il vicepresidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo – una volta effettuate tutte le verifiche necessarie potremo intervenire per la rimozione. Tra l’altro non si tratta di una semplice “rimozione massi” ma di un’operazione più complessa che deve essere effettuata in condizioni di massima sicurezza al fine di evitare ulteriori danni al santuario. Quindi al momento non è possibile definire un inizio delle opere di sgombero».
Nel frattempo la Fondazione comunica i primi dati della raccolta fondi. «Finora sono stati raccolti oltre 20.000 euro. Appena sgombrata la frana sulla strada da parte della Provincia la somma verrà utilizzata per la messa in sicurezza del fabbricato devastato, in attesa di poterlo definitivamente ripristinare».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *