La Provincia di Biella > Attualità > “Qual è l’iter per avere a disposizione gli spazi del Museo del Territorio?” La Minoranza interroga il Comune
Attualità Biella -

“Qual è l’iter per avere a disposizione gli spazi del Museo del Territorio?” La Minoranza interroga il Comune

Potrebbe essere un’interessante opportunità per molti artisti biellesi

Riportiamo integralmente una copia dell’interrogazione consegnata oggi pomeriggio, giovedì 16 gennaio, in Comune dalle liste Civiche Biella al Centro perché venga trattata nel prossimo consiglio comunale.

In questa interrogazione la minoranza partendo dalla mostra ‘Biella – Scorci di vita urbana’ del pittore pollonese Giorgio Marinoni che verrà inaugurata sabato 1° febbraio e per tutto il sarà visitabile presso il Museo del Territorio, interroga il Comune su:

  • Qual è l’iter procedurale necessario per richiedere spazi espositivi al Comune di Biella e – segnatamente – nel Museo del Territorio?

  • Qual è la struttura dedicata all’esame delle richieste?

  • Qual è l’iter decisionale?

  • Quali sono i requisiti per la richiesta, e in particolar modo come vengono valutate le diverse espressioni artistiche?

  • Quali sono i profili economici dell’operazione?

  • Quali sono le future sorprese del 2020?

  • Se sono ancora aperti i termini per essere inseriti nella lista delle sorprese 2020.

Come spiega sempre la Minoranza nell’interrogazione. “l’assessore Gaggino sembra voler affiancare al tradizionale ruolo del Museo (studiare e rendere disponibili espressioni artistiche già acclarate), un‘ulteriore funzione che lo avvicina a una galleria d’arte, con lo scopo di valorizzare e consolidare la conoscenza e l’appeal sul mercato di artisti viventi e non ancora pienamente affermati”. Se così fosse quindi, “si apre a questo punto un’interessante opportunità per molti artisti biellesi, per i quali la possibilità di esporre in uno spazio così prestigioso quale il Museo del Territorio potrà rappresentare il coronamento di un’attività pluriennale o il lancio definitivo e la consacrazione di un’esperienza artistica originale. È interesse quindi di tutta la cittadinanza essere a conoscenza dell’iter procedurale necessario per avere a disposizione gli spazi del Museo del Territorio e in generale tutti gli altri spazi a disposizione del Comune di Biella.”

L’interrogazione

PREMESSO CHE:

Tutto il mese di febbraio il Museo del Territorio di Biella ospiterà la mostra degli acquerelli del pittore Pollonese Giorgio Marinoni, che – come risulta da materiale on line – nella sua ormai venticinquennale attività ha esposto a Pollone, a Biella, a Vercelli, a Torino e da ultimo ai Villaggi d’Europa di Sordevolo.La mostra è stata curata da Gian Mario Tha, il quale non ha avuto timore di battezzare Marinoni come esponente di una scuola pittorica Biellese, perché ha senso parlare di una scuola pittorica locale.

CONSIDERATO CHE:

La mostra rappresenta l’esordio del nuovo assessorato alla Cultura della Città di Biella guidato da Massimiliano Gaggino. Nelle intenzioni dell’Amministrazione, sarà il primo di una serie di eventi, in calendario per un 2020 che si preannuncia ricco di sorprese.

Appare di solare evidenza l’importanza che il Museo del Territorio – all’inizio di un percorso che vedrà la nostra città impegnata nel tentativo di concretizzare le opportunità concesse dall’UNESCO – valorizzi e esalti le espressioni della creatività, anche artistica, della realtà locale. In quest’ottica, l’assessore Gaggino sembra voler affiancare al tradizionale ruolo del Museo (studiare e rendere disponibili espressioni artistiche già acclarate), un‘ulteriore funzione che lo avvicina a una galleria d’arte, con lo scopo di valorizzare e consolidare la conoscenza e l’appeal sul mercato di artisti viventi e non ancora pienamente affermati.

CONSTATATO CHE:

Si apre a questo punto un’interessante opportunità per molti artisti biellesi, per i quali la possibilità di esporre in uno spazio così prestigioso quale il Museo del Territorio potrà rappresentare il coronamento di un’attività pluriennale o il lancio definitivo e la consacrazione di un’esperienza artistica originale.

È interesse quindi di tutta la cittadinanza essere a conoscenza dell’iter procedurale necessario per avere a disposizione gli spazi del Museo del Territorio e in generale tutti gli altri spazi a disposizione del Comune di Biella.

Ciò premesso, considerato e constatato,

SI INTERPELLANO

Il Sindaco e l’Assessore competente

  • Qual è l’iter procedurale necessario per richiedere spazi espositivi al Comune di Biella e – segnatamente – nel Museo del Territorio?

  • Qual è la struttura dedicata all’esame delle richieste?

  • Qual è l’iter decisionale?

  • Quali sono i requisiti per la richiesta, e in particolar modo come vengono valutate le diverse espressioni artistiche?

  • Quali sono i profili economici dell’operazione?

  • Quali sono le future sorprese del 2020?

  • Se sono ancora aperti i termini per essere inseriti nella lista delle sorprese 2020.

LISTA CIVICA BIELLESE                                          LE PERSONE                                                 AL CENTRO BUONGIORNO BIELLA

Paolo Robazza, Sara Gentile                                      Pietro Barrasso, Federico Maio, Donato Gentile                                               Andrea Foglio Bonda

© riproduzione riservata