La Provincia di Biella > Attualità > Progetto Bonus abitare oltre l’emergenza: ultimi giorni per presentare domanda di contributo allo “sportello casa”
Attualità Biella -

Progetto Bonus abitare oltre l’emergenza: ultimi giorni per presentare domanda di contributo allo “sportello casa”

I cittadini che hanno incontrato difficoltà con le spese connesse alla casa a causa del coronavirus hanno ancora qualche giorno di tempo per presentare domanda di contributo attraverso lo “sportello casa”, si concluderà infatti il 30 ottobre il bando per il “Progetto Bonus abitare oltre l’emergenza”.

Messo a punto da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Consorzi IRIS e CISSABO, Comune di Biella e Sportello Casa il progetto si rivolge agli inquilini in difficoltà con il pagamento delle spese relative a affitti e bollette; si tratta per lo più di famiglie e soggetti che esprimono bisogni nuovi, causati dalla crisi economica legata al covid e per i quali un intervento precoce può rappresentare uno strumento molto importante per evitare l’innescarsi di una caduta verso la povertà.

Gestito dalla Coop Maria Cecilia il progetto è sostenuto integralmente dalla Fondazione con uno stanziamento pari a 105.000,00 euro per l’attivazione e il sostegno dell’iniziativa che prevede di attuare almeno 100 richieste di sostegno e raggiungere i seguenti risultati:

  • aggiungere una fetta di utenza nuova e raccogliere eventuali bisogni;
  • ridurre il rischio di cronicizzazione delle persone che, a partire dal prossimo autunno, si troveranno in una situazione di difficoltà a corrispondere i canoni di affitto o a ripianare le morosità maturate durante il lockdown;
  • sperimentare una modalità innovativa di erogazione di contributo automatizzando il processo;
  • promuovere il ruolo dello sportello casa come servizio di mediazione abitativa, di orientamento e informazione su tutte le misure di aiuto nazionali e locali per gli inquilini e intercettare proprietari disponibile a mettere a disposizione il proprio bene immobiliare;
  • fornire dati di analisi sui nuovi bisogni al tavolo territoriale di confronto.

Con questo progetto la Fondazione mette in campo un nuovo strumento di ascolto e azione sul territorio – commenta il Presidente Franco Ferrarisriteniamo particolarmente importante che l’intervento a favore delle persone in difficoltà sia quanto più precoce possibile, in modo che possa essere risolutivo per evitare il crearsi di situazioni di povertà cronica. In questo senso ha un ruolo importante anche l’azione di mediazione dello sportello casa tra inquilini e proprietari il cui rapporto non potrà essere improntato solo sul dato economico, soprattutto di fronte al futuro di difficoltà che ci attende. Un cambio di paradigma che è anche una scommessa sul futuro di questo territorio”.

Ad oggi sono già pervenute circa 50 domande per cui c’è ancora budget disponibile. 

Ma come si potrà in concreto accedere al bonus casa?

I richiedenti dovranno dimostrare di aver accumulato una morosità rispetto al mantenimento del bene casa durante i mesi del lockdown e successivi (marzo-ottobre 2020) e di aver subito, a causa dell’emergenza COVID, una riduzione del reddito nella misura pari ad almeno il 20% rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019 (periodo di riferimento marzo-settembre 2019-2020). Dovranno inoltre avere residenza in un Comune della provincia di Biella da almeno un anno.

Le richieste di contributo si potranno presentare nel periodo dal 12/10/2020 al 30/10/2020.

In caso di accoglimento della richiesta verrà erogato un contributo economico a copertura parziale della morosità accumulata dal nucleo richiedente. Il contributo economico non potrà essere di importo superiore ad € 1.000,00 e comunque sarà subordinato al budget complessivo e al numero di domande.

Per informazioni o supporto alla compilazione è possibile chiamare il n 391 769 48 02

dalle 12 alle 15 dal lunedì al venerdì o scrivere a info@sportellocasabiellese.it

Per scaricare il regolamento del bando: https://www.sportellocasabiellese.it/bonus-abitare/

Scheda tecnica

I cittadini residenti da almeno 1 anno nei Comuni della Provincia di Biella che abbiano subito una diminuzione di reddito pari ad almeno il 20% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente e che dimostrino di aver accumulato una morosità rispetto alle spese per il mantenimento del bene casa durante i mesi dell’emergenza sanitaria (marzo ottobre 2020) potranno richiedere una contribuzione a copertura di spese condominiali; utenze domestiche; canoni di locazione non pagate. L’erogazione sarà massimo di 1000 € e comunque subordinato al numero di domande pervenute. Avranno assicurato una quota di almeno il 50% del richiesto le domande che presenteranno la dichiarazione del creditore (proprietario o amministratore) di non procedere a pignoramento o sfratto se parte della morosità viene ripianata ovvero di concedere un rinvio di almeno 6 mesi. La richiesta potrà essere presentata on line o di persona previo appuntamento con lo Sportello Casa che sarà da supporto alla cittadinanza per informazioni ed orientamento e gestirà l’istruttoria.

© riproduzione riservata