Seguici su

Attualità

Premio +bellezza in Valle: ecco tutti i vincitori

Un evento in continua crescita

Pubblicato

il

Sala gremita, quella che ha visto la quarta edizione del Premio +bellezza in Valle, sabato 7 ottobre al
Piazzo di Biella. L’attenzione per la bellezza cresce sempre di più e questo è un ottimo obiettivo
raggiunto con passione e dedizione dagli enti promotori, Rotary Club di Valle Mosso e Fondazione
BIellezza. Per chi non ha potuto esserci, riviviamo quella serata.
Dopo i saluti istituzionali da parte del Presidente del Rotary Club di Valle Mosso Alessandro Ciccioni,
del Presidente di Fondazione BIellezza Paolo Zegna, del Consigliere Provinciale al turismo e alla
cultura Carlo Grosso e del Sindaco di Biella Claudio Corradino, il Presidente della Giuria Corrado
Panelli ha presentato il Premio e il suo funzionamento, con il processo di selezione dei candidati
suddivisi nelle sezioni Ambiente ed Edilizia.
La giuria, composta da Elena Accati, agronoma e scrittrice, Luisa Bocchietto, architetta e designer,
Alessandro Ciccioni, imprenditore, Andreas Kipar, architetto paesaggista, Cristina Natoli, architetta e
funzionaria Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio, Michelangelo Pistoletto, artista, scultore e pittore,
Andrea Rolando, ingegnere e docente universitario, e Giovanni Vachino, architetto, quest’anno ha
selezionato i 5 finalisti della sezione Ambiente e i 5 finalisti della sezione Edilizia tra un totale di 32
progetti candidati.
Ecco i finalisti della sezione Ambiente:
– Murales di comunità, Associazione Turistica Pro Loco di Vaglio Pettinengo
– Sentieri del Futuro, I.C. Valdilana-Pettinengo
– Labirinto di Stavello, Comune di Valdilana, Ermenegildo Zegna Real Estate
– Recupero di Terrazzamenti di Vigneti e Creazione di un Anfiteatro Panoramico, Comune di
Viverone, Azienda Agricola Pozzo

– P.408 – Da nonluogo a luogo, Comune di Miagliano
Corrado Panelli ha annunciato l’intervento vincitore del Premio +bellezza in Valle per la sezione
Ambiente: P.408 – Da nonluogo a luogo, presentato dal Comune di Miagliano. L’intervento, un
“nonluogo”, senza nome e senza possibilità di fruizione a causa dello stato di abbandono, è diventato
uno splendido anfiteatro dove è possibile incontrarsi e narrare, con l’arte del teatro, la storia del
paese. Il sindaco Alessandro Mognaz ha ritirato il premio con grande orgoglio e ha ringraziato tutto il
team che ha permesso questa realizzazione.
Gabriella Zignone, del Gruppo Sella, ha preso la parola per presentare il Premio Sellalab, che viene
conferito al progetto che meglio abbina il miglioramento estetico alla crescita economica e sociale
del Territorio, declinando la valorizzazione della bellezza con lo sviluppo di un modello di business
sostenibile ed innovativo.
Il vincitore del Premio Sellalab quest’anno è stato Cascina Serra – B&B Eco-House di Muzzano, di
Monica Bianchetti ed Enrico Contini, che dopo aver ritirato il premio hanno raccontato il loro
progetto di bioedilizia in Valle Elvo e ribadito quanto sia importante credere nella bellezza del
Biellese, con gli occhi di chi viene a visitarlo da fuori.
Corrado Panelli a questo punto ha presentato i 5 finalisti della Sezione Edilizia:
– 7 Seven, Ristrutturazione Casa Vacanza, Comune di Biella, Maurizio Ribaldone
– Recupero e Riqualificazione del Polo Scolastico Comunale, Comune di Valdilana
– Accademia dello Sport, Comune di Biella, Immobiliare Lunghi s.r.l.
– Recupero Industriale Ex Lanificio Aimone, Comune di Andorno Micca, Iride s.r.l.
– Restauro Ponte Vecchio di Campiglia, Comune di Campiglia Cervo
E ha annunciato l’intervento vincitore: Restauro Ponte Vecchio di Campiglia, del Comune di
Campiglia Cervo. Recuperare un vecchio ponte, anche se a pochi metri ce n’è un altro funzionale e
moderno, serve a far bello il proprio paese e renderlo vivibile. Secondo la Giuria, infatti, l’intento è
stato pienamente raggiunto e percorrere il ponte a piedi è un piacere che ti riporta indietro nel
tempo.
Nel ringraziare tutti i partner del Premio, nello specifico Reda, Banca Sella, Orangepix, Palazzo
Gromo Losa, Yukon, Sellmat e Scarlatta Umberto S.A.S, è stato presentato il Premio Reda per la
bellezza, che premia un’attività pluriennale di impegno e attenzione al recupero della bellezza del
territorio.
Elisabetta e Guglielmo Botto quest’anno hanno consegnato il Premio Reda non a un intervento ma
a una persona, Gianni Valz Blin, fondatore di Casa Museo Valle Cervo. La Giuria ha motivato questa
scelta per la rilevanza e l’unicità dell’opera costantemente svolta negli anni a favore della cura e del
miglioramento della Bellezza del Territorio.
Conclusa la cerimonia di premiazione, la serata è proseguita con un’interessante tavola rotonda dal
titolo “La bellezza è benessere”, moderata da Paolo Piana. Sono saliti sul palco:
– Rebecca Pera, Professoressa Associata di Marketing e Comportamento del Consumatore
presso l’Università di Torino e Visiting Professor presso la Oxford Brookes University (UK) ed
ESCP Campus di Parigi (Francia);
– Carlo Benetti, Market Specialist di GAM Italia dal 2011, lavora nell’industria dell’asset
management dal 1993, in particolare nell’analisi degli scenari economici e dei portafogli di
investimento;
– Emanuele Montibeller, Consulente per progetti di sviluppo culturale e/o artistico e
Direttore Artistico di OCA Oasy Contemporary Art, museo all’aperto a San Marcello Piteglio
(Pistoia);

– Andrea Rolando, Professore ordinario presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani
del Politecnico di Milano e membro di Giuria del Premio +bellezza in Valle sin dalla
fondazione, alla quale ha contribuito.
Il dibattito si è svolto attorno a tematiche legate al concetto di bellezza come benessere sotto
diversi aspetti e punti di vista, quello più prettamente socio-economico come quello più fisico e
salutare, oltre che quello creativo e in rapporto con l’arte e la natura, fino a quello del mondo del
lavoro. Centrale, come sempre, la parola accoglienza legata al nostro territorio. Ma anche la
bellezza come qualcosa di contagioso, che crea dipendenza e di cui si ha bisogno; un muscolo da
allenare, una scelta, un mettersi in moto. Un ponte tra la sfera economica e quella sociale.
Al termine del dibattito, prima di dare appuntamento alla quinta edizione del Premio + bellezza in
Valle nel 2024, Paolo Piana ha ringraziato tutto il team che ha lavorato in questi mesi
all’organizzazione del Premio: Francesca Oricchio, Nicola Carrera, Pier Beretta, Corrado Panelli,
Mara Cucco, Nicolò Caneparo, Silvia Cartotto, Rossana Mello.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *