Seguici su

Attualità

Portare la scuola in azienda, due bandi della Regione per il Made in Italy

L’assessore Elena Chiorino: ““Raccontiamo il bello e le opportunità che ci circondano contro la narrazione non veritiera di un’Italia in declino”

Pubblicato

il

disoccupazione
“Raccontiamo il bello e le opportunità che ci circondano contro la narrazione non veritiera di un’Italia in declino: accompagniamo i nostri ragazzi all’interno delle eccellenze del territorio per comprendere meglio cosa ci rende grandi nel mondo, rendendoli così partecipi e orgogliosi del grande valore che il nostro territorio e la nostra Nazione sanno esprimere – così l’assessore regionale a Lavoro, Istruzione e Merito Elena Chiorino oggi in visita alla Marchi e Fildi di Biella in occasione delle giornate dedicate a Fabbriche Aperte promosse dalla Regione Piemonte – quest’anno ho voluto inserire due nuove progettualità nel piano dell’offerta formativa 23/24 per provare ad affascinare i giovani, che potrebbero trovare ispirazione mostrando loro le reali opportunità che il Piemonte manifatturiero e industriale possono offrire”. Per i due bandi “Scuole in Azienda” e “Made in Italy” sono stati investiti dall’assessorato 120 mila euro e sono rivolti agli studenti di elementari e medie pubbliche e paritarie del Piemonte. “Rifiuto la narrazione di un’Italia in declino, da cui scappare: è ora di dire basta  altrimenti con quale spirito i nostri giovani possono intraprendere il loro percorso formativo per sviluppare le proprie attitudini? Ritengo fondamentale conoscere ed essere consapevoli delle bellezze che esistono intorno a loro, oltre alle possibilità che questo territorio: non dobbiamo dare il “made in Italy” per scontato, ma raccontarlo e andarne fieri”.
BANDO MADE IN ITALY. Il bando è rivolto agli studenti degli Istituti scolastici secondari di II° grado del Piemonte ed è finalizzato a promuovere iniziative che celebrino la creatività e l’eccellenza italiana, espressione del Made in Italy. Le scuole potranno concorrere presentando proposte attraverso la realizzazione di brevi video, spot, animazioni, video di performances teatrali e musicali, stop motion, podcast della durata non superiore a 2 minuti, fotografie, murales, fumetti, la creazione di gadget, manufatti e opere di ingegno che celebrino il Made in Italy attraverso la valorizzazione delle produzioni, delle bellezze storico-artistiche e delle radici culturali del nostro Paese. Per l’iniziativa sono stati stanziati 50 mila euro complessivi: ogni scuola selezionata potrà ottenere un contributo massimo di 5 mila euro come rimborso dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto proposto. Le scuole vincitrici potranno partecipare a iniziative collegate alla Prima giornata nazionale del Made in Italy, istituita dal Consiglio dei Ministri il 15 aprile 2024. Il bando è già online e la scadenza per la partecipare è fissata il 20 novembre 2023. Saranno valutate massimo 50 proposte progettuali, selezionate per territorio provinciale secondo l’ordine cronologico di arrivo . https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/celebrazione-prima-giornata-nazionale-made-italy-as-2023-2024.
BANDO “SCUOLA IN AZIENDA”. Promuovere l’incontro tra scuole e aziende e sviluppare la conoscenza profonda delle peculiarità dei territori anche attraverso le proprie realtà produttive, attività utile anche come strumento di orientamento. Con questo spirito nasce il progetto “Scuola in azienda”, rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo grado, sia statali che paritarie, del Piemonte. Con uno stanziamento complessivo di 70 mila euro, sarà data l’opportunità a 140 scuole piemontesi di organizzare visite guidate nelle aziende del territorio regionale. Tale iniziativa si sviluppa nell’ambito del Protocollo d’intesa tra Ufficio Scolastico Regionale e Assessorato all’Istruzione e Merito, finalizzato a sviluppare azioni di orientamento dedicate all’esplorazione e alla conoscenza del mondo del lavoro e delle professioni, in particolare le attività di visita all’interno delle aziende e delle realtà imprenditoriali piemontesi, da realizzarsi nell’ambito dei percorsi di orientamento a beneficio degli studenti e delle studentesse delle scuole, con il coinvolgimento diretto dei loro insegnanti. Le prime 140 scuole che aderiranno all’iniziativa, selezionate in ordine cronologico e ritenute ammissibili, otterranno un contributo massimo di 500 euro ciascuna, a titolo di rimborso dei costi di trasporto sostenuti per raggiungere, sul territorio piemontese, le sedi delle aziende che ospiteranno le visite scolastiche, oltre all’eventuale materiale didattico acquistato a supporto. Le aziende potranno essere selezionate o su proposta diretta da parte delle scuole beneficiarie del contributo, oppure attraverso il Servizio territoriale di orientamento della Regione Piemonte: in questo caso gli orientatori potranno abbinare le scuole selezionate con le 116 aziende che hanno aderito al progetto “Fabbriche aperte”, promosso da Regione Piemonte. Le istanze di partecipazione potranno essere presentate entro e non oltre il 16 novembre 2023, inviando una pec alla Direzione regionale Istruzione Formazione e Lavoro – Settore Politiche dell’Istruzione, programmazione e monitoraggio strutture scolastiche (in formato pdf ) all’indirizzo:  istruzione@cert.regione.piemonte.it. Il bando è online e disponibile al link: https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/scuola-va-azienda-as-2023-2024.
E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *