Seguici su

Attualità

Per divertirsi avevano devastato l’ex Lanificio Zegna, ora rischiano di dover pagare i danni

Pubblicato

il

Potrebbe costare molto cara l’idea dei sette ragazzi, tutti diciottenni salvo uno di 17 anni, pensata per vincere la “noia”, ovvero devastare i locali dell’ex Lanificio Zegna, sembra, infatti, che il curatore potrebbe decidere di chiedere il risarcimento dei danni.

Sarebbero le famiglie a pagare

Come riportano i colleghi di NotiziaOggi, oltre alla denuncia d’ufficio dei Carabinieri, adesso sarà il curatore che ha in mano l’ex “Puro Tessuto” dopo il fallimento a decidere se formalizzare la denuncia e chiedere il risarcimento dei danni il cui costo ricadrebbe interamente sulle famiglie dei ragazzi. Il compito del curatore, infatti, è quello di tutelare la proprietà nella sua interezza. Insieme ai tecnici dovrà quindi quantificare i danni arrecati all’immobile: l’impianto antincendio è stato completamente svuotato, il liquido è rimasto sul pavimento.

 

Immagine di repertorio

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com