La Provincia di Biella > Attualità > Oggi l’ultimo saluto a Gaetano Lisciandra
Attualità Biella -

Oggi l’ultimo saluto a Gaetano Lisciandra

Saranno celebrati oggi alle 15 al cimitero di Lambrate a Milano i funerali di Gaetano Lisciandra, 69 anni, uno degli architetti più  innovativi e influenti del panorama italiano

Saranno celebrati oggi alle 15 al cimitero di Lambrate a Milano i funerali di Gaetano Lisciandra, 69 anni, uno degli architetti più  innovativi e influenti del panorama italiano

Saranno celebrati oggi alle 15 al cimitero di Lambrate a Milano i funerali di Gaetano Lisciandra, 69 anni, uno degli architetti più  innovativi e influenti del panorama italiano contemporaneo. Il suo nome è legato a Biella dalla firma, accanto a quella di Gae Aulenti, in calce al piano direttore che, a metà degli anni ’90, diventò il documento-guida per lo sviluppo urbanistico della città. In quei disegni e in quei rilievi erano contenute idee che poi sono diventate realtà: dalla “tangenziale del Cervo”, che oggi collega via Carso e ponte di Chiavazza, al parco fluviale, fino al recupero degli antichi edifici industriali dismessi lungo il torrente Cervo per fini culturali e ricreativi.

Un’idea che oggi iniziative come Cittadellarte o SellaLab hanno reso realtà. «Il recupero delle aree dismesse» spiega Diego Presa che nel suo mandato di assessore all’urbanistica lo ha incontrato spesso «era una delle cifre della sua attività, che lo ha portato a realizzare importanti progetti in tutta Italia. Gaetano Lisciandra era eclettico, mai banale e innovativo: il principio della perequazione, e cioé di imporre al privato che costruisce di realizzare una contropartita a beneficio del pubblico, era presente nel nostro piano direttore ben prima che diventasse legge regionale». Lisciandra ha manifestato il suo eclettismo anche nella vita professionale: ai progetti ha sempre affiancato saggi, articoli su riviste specializzate, la docenza universitaria tra l’Italia e gli Stati Uniti e perfino uno spettacolo teatrale ispirato alla costruzione della galleria Vittorio Emanuele a Milano.

Articolo precedente
Articolo precedente