Seguici su

Attualità

Obiettivo raggiunto per i ciciloamatori che sostengono la ricerca: sono arrivati a Barcellona

Pubblicato

il

Obiettivo raggiunto; Biella – Barcellona in bicicletta per sostenere la ricerca del Fondo Edo Tempia

Il gruppo dei “magnifici 6” in bicicletta, partiti per sostenere la ricerca sul cancro alla prostata, sono finalmente arrivati a destinazione. Giunti nella famosissima città catalana hanno voluto comunicare sui social la loro grande impresa, scrivendo un altro resoconto di viaggio, che riportiamo testualmente. A scrivere la cronaca dell’avventura è proprio Luca uno di loro.

Cronaca di un’avventura meravigliosa

“Siamo arrivati! È stato veramente un sogno che per una settimana ci ha avvolto. Fare 1000 km in sei giorni consecutivi è un’esperienza che nessuno di noi aveva mai provato.
Questa mattina partenza bagnata e una serie di disavventure nel perdere la traccia ci ha un po’ scombussolato ma poi il TGV Blaugrana dopo pranzo con una media da fare invidia ai prof ha raggiunto la Sagrada Familia dopo aver percorso la litoranea verso Barcellona.
Che dire, non ce ne rendiamo ancora pienamente conto, nei prossimi giorni, nelle prossime settimane forse metabolizzeremo questa nostra impresa.
Come una lunga pellicola di un film i fotogrammi ci riappariranno e li faremo nostri (lo sappiamo siamo nell’era digitale ma l’immagine della celluloide è vecchia ma più poetica), i ricordi le immagini di questo film pedalato sono dentro di noi.

 I ricordi che porteranno con loro

Il Monginevro, il freddo di Briançon, le Gorges, il mont Ventoux, la Camargue, i cartelli delle nazioni attraversate, gli sfottò, le battute, la fatica, i piccoli screzi e le tensioni dovute alla stanchezza, gli arrosticini di cipresso, le sfide sportive, le cene, gli alberghi, i girasoli e tutto l’infinito elenco di ricordi … semplicemente fantastico.

I protagonisti del viaggio

Che dire come in tutti i film spazio ai protagonisti: Tino indispensabile e disponibile e per il prossimo viaggio ci ha promesso d’imparare ad usare il navigatore;
Max “causa” di questa avventura ha avuto una tenacia assoluta nel superare i suoi stessi timori di non riuscire ad arrivare a Barcellona.
Marco i paesaggi fantastici attraversati sono merito della tua programmazione, grazie;Filippo un jolly la sua forza fisica è paragonabile solo alla capacità di trovare la battuta sempre e rallegrare il gruppo, poi avendo dormito in stanza con Lui ho capito cos’è l’ordine (il mio).
Paolo la sua reale emozione e la partecipazione emotiva personale agli eventi nella scalata al Ventoux resteranno indelebili; Lorenzo una vera locomotiva umana abbinata ad una serenità in questo viaggio che risulterà il ricordo più piacevole; Luca, il sottoscritto che come al solito arriva per ultimo e resta senza parole ma è molto felice di aver condiviso con amici l’esperienza.

Ringraziamenti

I ringraziamenti vanno alle nostre famiglie che hanno trepidato, tifato per noi è ci hanno sostenuto e confortato durante il giorno e la sera, grazie anche a voi che ci avete seguito con passione e grazie a coloro che hanno contribuito al nostro vero obiettivo della raccolta fondi.
Insomma, inchino, applausi, sipario.
Oggi 151 km e 1100 metri di dislivello
Hasta la ricerca e la bicicleta sempre!”.       (LUCA)
E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *