Seguici su

Attualità

Malesseri in Valsesia, indagano Asl e Cordar

Una quarantina di persone

Pubblicato

il

Non è contaminazione da escherichia coli la causa di alcuni malesseri accusati da una quarantina di persone a Scopa, località della Valsesia (Vercelli). Ad escluderlo è l’Asl di Vercelli, a cui l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Cesare Farina si è rivolta per effettuare alcune analisi: scopo dell’indagine, risolvere un giallo che ha coinvolto in gran parte I residenti del piccolo comune montano, ma anche alcuni villeggianti, i quali nei giorni scorsi hanno accusato febbre e disturbi gastrointestinali

    A svolgere alcune analisi sull’acqua sono stati sia l’Asl, tramite il Sian, Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, sia il Cordar Valsesia, dal quale si attendono gli esiti. Dai primi accertamenti effettuati dall’azienda sanitaria viene esclusa l’escherichia coli. “Ulteriori analisi sono in corso – sottolineano dall’Asl – e i risultati saranno disponibili martedì”. Nel frattempo il primo cittadino ha firmato un’ordinanza per il divieto di utilizzo dell’acqua per uso potabile su tutto il territorio comunale, “tenuto conto – scrive il sindaco – delle numerose segnalazioni da parte di cittadini presenti sul territorio, i quali hanno avuto disturbi gastrointestinali e presupponendo che l’eventuale insalubrità dell’acqua pubblica potrebbe esserne stato possibile veicolo
E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *