La Provincia di Biella > Attualità > Ecco le categorie previste per le vaccinazioni anti covid – FOTOGALLERY

GDL Salute

Attualità, Salute
0 commenti.

Ecco le categorie previste per le vaccinazioni anti covid – FOTOGALLERY

Dai farmacisti agli psicologi

Scritto da: teosardo@hotmail.it

BIELLA – L’Asl di Biella ha pubblicato quelle che sono le categorie attualmente previste per la vaccinazioni anti covid-19.

L’azienda sanitaria inoltre ha ricordato che ogni persona prenotata, prima della somministrazione, dovrà firmare un modulo di “atto notorio” come assunzione di responsabilità circa l’effettiva appartenenza ad una delle categorie aventi diritto ad aderire alla fase I del Piano Vaccinazione Covid-19.

I soggetti aventi diritto

In data 18 novembre 2020, sono stati indicati come soggetti aventi diritto alla vaccinazione per il SARS COV-2:

Personale operante, a qualsiasi titolo, in Strutture pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale e in Strutture Sanitarie Accreditate;

Il Personale e gli ospiti presenti nelle RSA;

La vaccinazione è stata estesa

Sempre in ottemperanza alla normativa di riferimento nazionale e regionale, con comunicazione regionale del 9 gennaio 2021, a partire da domenica 10 gennaio 2021 è stata estesa la vaccinazione per il SARS COV-2 alle seguenti categorie:

Tutti i Professionisti Sanitari iscritti ad un Ordine Professionale in attività lavorativa (quali ad esempio, medici, farmacisti, fisioterapisti, veterinari, odontoiatri, biologi, psicologi…);

Strutture Sanitarie Pubbliche e Private (Ambulatori, Poliambulatori, Studi Dentistici, Laboratori Analisi, Centri Sanitari Privati, ARPA): i loro dipendenti e il personale convenzionato;

Farmacie Territoriali: farmacisti e i loro dipendenti;

Strutture Socio Assistenziali (disabilità, dipendenze e patologie psichiatriche): tutti gli Operatori;

Consorzio Iris e Cissabo: tutti i dipendenti e il personale convenzionato;

Informatori farmaceutici;

Volontariato che in questo momento sta prestando servizio attivo per conto o presso Asl, ospedali e strutture socio assistenziali (ad esempio, attività domiciliare e territoriale, trasporti…).

Foto presa dalla pagina FB dell’Asl di Biella