Seguici su

Attualità

Incremento delle polveri sottili anche a Biella a causa della sabbia del Sahara

Pubblicato

il

Negli ultimi giorni il nordovest italiano è stato interessato da un fenomeno di trasporto di polvere e di sabbia dal Sahara, favorito da un flusso meridionale in quota associato alla presenza di una vasta circolazione depressionaria localizzata tra la Spagna, il Marocco e l’Algeria. 

Ben visibile dal satellite Nasa-MODIS

Il trasporto di sabbia sahariana è ben visibile nell’immagine del satellite NASA-MODIS nel canale del visibile relativo alla giornata di giovedì 23 gennaio alle ore 12.  Il fenomeno ha interessato tutta la regione ed in particolar modo le aree alpine occidentali, ed è stato prontamente registrato sia dagli strumenti di misura che di previsione delle qualità dell’aria di Arpa. 

Nel Biellese

Nello specifico le rilevazioni fornite dall’Arpa per quanto concerne il Biellese hanno evidenziato un passaggio dalle concentrazioni medie giornaliere di PM10 di 8 ug/m3 del 21 gennaio ai 30 ug/m3 del 23 gennaio.

 

Fonte e foto Arpa Piemonte

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *