La Provincia di Biella > Attualità > Incoronazione Oropa 2020 selezionato il progetto della corona
Attualità Biella Circondario -

Incoronazione Oropa 2020 selezionato il progetto della corona

Sono state cinque le proposte presentate

Incoronazione Oropa 2020 selezionato il progetto della corona

Ieri  è stato presentato il progetto della corona della Madonna e del Bambino Gesù per la V Centenaria Incoronazione che si svolgerà il 30 agosto 2020. È di Luca Cavalca, artista di Alessandria, il bozzetto selezionato attraverso il bando di concorso indetto dalla Diocesi di Biella in collaborazione con la CEI. La serata, che si è aperta con il concerto “Messa dell’Incoronazione” di W.A. Mozart eseguito con la
direzione di Giovanni Conti dall’Orchestra Sacro Monte di Varese e dal Coro Verdemar, si è svolta presso il
Teatro Sociale Villani di Biella, gremito fino all’ultimo palco.
Il Cammino intrapreso verso la V Centenaria Incoronazione è stato presentato dal Vescovo di Biella Mons. Roberto Farinella, dal Sindaco Claudio Corradino, dal Rettore del Santuario di Oropa Don Michele Berchi, dal Vicario Generale Don Paolo Boffa, dal direttore dell’Ufficio Beni Culturali della CEI don Valerio Pennasso e dal direttore della Caritas Stefano Zucchi.
“E’ un vero onore avere una Madre che è Regina, la stessa Regina che è gloriosa in Cielo. E’ bello pensare che quando saliamo ad Oropa saliamo a casa: a casa di una Regina che prende a cuore il suo popolo, che accoglie le nostre gioie e le nostre lacrime”, esordisce Mons. Farinella. Il gesto dell’Incoronazione, pur nascendo da una motivazione religiosa, assume oggi un significato più ampio: “Oggi, come nel 1620, incoronare la nostra Madonna di Oropa non ha solo un significato religioso, ma afferma come sia doveroso per ciascuno di noi dedicarsi alla comunità con responsabilità, con dedizione e con amore verso la cosa pubblica unendoci con reciproco rispetto per affrontare le grandi sfide che la contemporaneità ci impone” spiega il sindaco Claudio Corradino.
“La cosa più importante è il cammino, lungo il quale la meta viene costruita passo dopo passo e dove la meta prende significato solo attraverso il cammino. La corona che vogliamo mettere sul capo della Madonna ha significato solo se quella corona saremo noi, con la parte più vera e intima di noi”, commenta Don Michele Berchi. Il cammino intrapreso verso il 2020 ha coinvolto infatti l’intera comunità in un’opera concreta di impegno sociale, dove la corona stessa è la carità che noi siamo invitati ad esercitare e a far crescere. “Una corona di figli porta con sé un concetto molto semplice che Gesù ci ha affidato 2000 anni fa: la nostra fraternità. La carità e la fraternità non possono che essere elementi essenziali di questo percorso” commenta il direttore della Caritas Stefano Zucchi. Con questo spirito la Diocesi di Biella, la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Banca Simetica hanno istituito il bando “Seminare Comunità 2.0“ che mette a disposizione 200.000 Euro a favore del territorio: nove sono i progetti selezionati che mettono in rete numerose realtà associative e imprenditoriali per contrastare e prevenire le situazioni di disagio nel Biellese.
Nell’ambito del cammino intrapreso dal comitato per Oropa 2020, è stato indetto un bando di concorso per andare oltre l’idea che la corona si riduca ad essere solo un oggetto prezioso, e per comunicare quello che oggi portiamo nel cuore, senza ripetere un gesto del passato. “E per dire l’indicibile abbiamo bisogno degli artisti, abbiamo bisogno della loro creatività e del loro intuito” spiega il Vicario Generale Don Paolo Boffa.
Al concorso di idee, bandito con l’Ufficio Nazionale dei Beni Culturali Ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana, hanno partecipato cinque artisti: Salvatore Pucci, con la consulenza di Raffaele Elio Malena; la Scuola di Arte Sacra di Firenze con il direttore Giorgio Fozzati, Ludovica Severi, Lorenzo Pasquale, Marco Lotti, Senghane Sarr e don Giovanni Zaccaria; Luca Cavalca, con l’iconografa monaca benedettina Silvia (Suor Maria Maura) Caramori; Angelo Maineri; Giuseppe Mazzotti.

© riproduzione riservata