La Provincia di Biella > Attualità > Il Covid non ferma la storica linea Biella-Cattolica
Attualità Biella Circondario -

Il Covid non ferma la storica linea Biella-Cattolica

Il gruppo Stat ha riattivato il collegamento con la riviera romagnola

Biella – Lo storico collegamento tra Biella e Cattolica “resiste” anche al coronavirus, grazie all’impegno congiunto per il rilancio del turismo in un anno difficile e al rinnovo di un “gemellaggio” tra due territori uniti da molto più di una linea di mezzi di trasporto.

Presentata il 24 giugno

Lo scorso 24 giugno è stata presentata a Cattolica la riattivazione della linea di collegamento stradale Biella – Vercelli – Mortara – Pavia per la Riviera Adraitica con capolinea a Cattolica – Gabicce. All’appuntamento hanno preso parte Nicoletta Olivieri (assessore al Turismo di Cattolica), Paolo Pia (amministratore delegato Gruppo Stat), Massimo Cavalieri (presidente Federalberghi Cattolica) e Roberto Baldassari (presidente CoopBagnini Cattolica). L’incontro è stato anche l’occasione per parlare di turismo in tempi di “ripartenza” e di un legame profondo che unisce territori diversi attraverso un pullman.

Una storia iniziata nel 1964

Era infatti il giugno del 1964 quando il primo pullman con la scritta Stat sulle fiancate partiva per portare i primi turisti sulla riviera Adriatica, toccando tutti i comuni da Lido di Classe fino a Cattolica-Gabicce. Una linea che per l’impresa fondata nel 1919 dalla famiglia Pia, significava in quell’anno un ulteriore ampliamento della propria visione del trasporto pubblico e lo sviluppo di un importante ramo di azienda.

Il Covid non ha sconfitto la voglia di viaggiare

Cinquantasei anni dopo la pandemia di Covid19 ha rischiato di interrompere una lunga e proficua tradizione, ma il virus non ha sconfitto la voglia di viaggiare e di far viaggiare. Così il Gruppo Stat, ha voluto essere tra le prime aziende di autotrasporti a ripristinare il collegamento tra una consistente fascia di pubblico dell’Italia Nord Occidentale verso la riviera Adriatica e sempre garantendo la massima sicurezza ai propri passeggeri.

Una decisione maturata anche dopo aver constatato l’impegno degli albergatori e di tutte le strutture ricettive nel rendere la vacanza un’esperienza sicura e piacevole, nonostante la situazione sia ancora improntata alla necessaria prudenza.

“Fiducia al sistema riattivando le nostre storiche linee estive”

Paolo Pia, Amministratore delegato del Gruppo Stat, descrive così l’impegno che ha spinto a riattivare la linea il prima possibile: “E’ indubbio che le persone dopo due mesi e mezzo a casa abbiano desiderio di godersi panorami diversi e nel modo più confortevole possibile. Siamo in contatto con molti proprietari delle strutture ricettive dell’Adriatico che stanno compiendo sforzi considerevoli per mettere alberghi, spiagge e ristoranti in sicurezza. Abbiamo deciso di dare fiducia al sistema riattivando le nostre storiche linee estive, considerando che il pullman sarà il modo più efficiente, economico e soprattutto sicuro con cui spostarsi verso i piccoli centri di villeggiatura. E vogliamo renderlo ancora più sicuro introducendo protocolli in materia di sanificazione, distanziamento sociale e controllo, persino più restrittivi di quelli richiesti dagli ultimi decreti del Consiglio dei Ministri”.

E’ un segnale importante, non solo per l’azienda di autotrasporti con sede a Casale Monferrato, ma per tutto il comparto. Perché la ripartenza dell’Italia passa anche dal consentire agli italiani la possibilità di raggiungere nuovamente le località più amate per le vacanze e per farlo hanno un mezzo che, per sicurezza stradale e sanitaria, è oggi tra i più protetti: il pullman.

Tutti gli orari e le fermate sono visibili sul sito http://www.gruppostat.com/autolinee-noleggi/, l’app Gruppo Stat permette inoltre la geolocalizzazione delle fermate e la facile consultazione degli orari anche dal proprio smartphone.

© riproduzione riservata