La Provincia di Biella > Attualità > Cossato, le luminarie di Natale dividono: «Meglio un bonus per risollevarsi…»
Attualità Cossatese -

Cossato, le luminarie di Natale dividono: «Meglio un bonus per risollevarsi…»

Avrei speso ogni centesimo pubblico per sostenere chi è danneggiato dalla pandemia

COSSATO – A Cossato l’amministrazione comunale cerca di vestire la città per Natale con addobbi e luminarie, ma in un periodo di forte crisi c’è chi chiede invece maggiore attenzione verso il sociale, magari utilizzando i soldi delle luminarie per bonus da distribuire.
Marco Barbierato, consigliere comunale del Pd Cossato scrive: «In questi giorni in molte città, Cossato compresa, iniziamo a vedere (con un certo anticipo) la posa di luminarie e addobbi finanziati parzialmente o in toto dalle Amministrazioni. Capisco benissimo la voglia di normalità che spinge alcune amministrazioni a investire nelle luminarie natalizie. È la voglia di normalità che vorremmo tutti, me compreso. Però, sinceramente quest’anno avrei speso ogni centesimo pubblico per rafforzare le misure di sostegno a chi è danneggiato dalla pandemia e a favore dei servizi per combattere il Covid-19, chiedendo al tempo stesso a tutti di provare a rendere la città luminosa e natalizia con piccoli gesti, addobbi autoprodotti e altre iniziative da concordare con cittadini, categorie, commercio, associazioni e amministrazione». E aggiunge ancora: «Proviamo a pensare a quanti buoni spesa, contributi al commercio, sostegni alle famiglie, alle persone sole e più deboli, aiuto alle associazioni di volontariato e di servizio alla persona, azioni in campo sanitario e sociale avremmo potuto finanziare con quei fondi, pochi i tanti che fossero. Io non riesco a non pensarci…Non pretendo di giudicare e non ho la verità in tasca. Solo, avrei scelto un approccio diverso. Solidale».
Circa sulla stessa linea il consigliere Stefano Revello: «Cossato luci natalizie leggo commenti che difendono un amministrazione priva di idee tirando fuori mille scuse, mentre basta leggere cosa fanno le altre amministrazioni molto più lungimiranti e veramente capaci di dare una mano al commercio locale, con progetti utili e sostenibili non di certo con lampadine. Io avrei preferito l’idea del sindaco di Cirie’ ” Natale a Cirié 2020: shopping ancora più piacevole con i “Buoni di Natale” e i voucher sosta”».

© riproduzione riservata