Seguici su

Attualità

Conferenza alla Camera del Lavoro sul tema: “L’inflazione, falsi miti e conflitto distributivo”

Martedì 5 dicembre

Pubblicato

il

“L’inflazione, falsi miti e conflitto distributivo”. Questo il titolo dell’appuntamento programmato per martedì 5 dicembre a partire dalle 14,30, organizzato dalla Camera del Lavoro e dalla Fiom-Cgil di Biella, nella sala “Giuseppe di Vittorio” in via Lamarmora 4. L’evento sarà dedicato alla presentazione dello studio economico e sociale realizzato da un importante ricercatore della Fondazione Claudio Sabatini, avente per oggetto appunto l’inflazione, i salari e le politiche industriali nel nostro Paese.

“Gli attuali tassi d’inflazione sono chiaramente frutto delle politiche delle imprese, interessate all’aumento dei prezzi al fine di aumentare i propri profitti – spiega Matteo Gaddi, relatore e tra i curatori dello studio, già intervistato in “Presa Diretta” su RAI-3 sull’argomento -. Questo non vuol dire che gli aumenti siano stati omogenei. Le differenze ci sono, ma comunque sempre a discapito dei lavoratori dipendenti e dei pensionati. I dati che presenteremo nell’incontro parlano chiaro. Dalla metà del 2021 ad oggi il potere d’acquisto dei salari dei dipendenti è sceso del 13%”.

E ancora conclude Gaddi: “Va rovesciata l’idea da parte di alcuni imprenditori che l’aumento dei salari crei o creerebbe un aumento dei prezzi e quindi l’inflazione. Guardando avanti, risulta evidente che nelle prossime trattative legate ai rinnovi dei contratti ci si dovrà battere per degli aumenti che tengano conto del tanto terreno perso in questi anni dai lavoratori e dalla lavoratrici in termini di salario reale”.

“Uno studio importante, sui temi centrali del lavoro e del mondo industriale del nostro Paese – aggiunge Filippo Porcari, segretario della Fiom biellese (nella foto) -. Risulta confermato il tema dei salari che, oggi, non sono adeguati alle esigenze dei lavoratori e dei cittadini, tanto in Italia quanto a Biella, che si conferma una delle province più povere in termini di crescita salariale in Piemonte, come più volte dichiarato dal segretario della Camera del Lavoro Lorenzo Boffa”. E proprio Lorenzo Boffa avrà l’incarico, da padrone di casa, di aprire i lavori, mentre le conclusioni saranno affidate a Valter Vergnano segretario generale della Fiom Piemonte

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *