Seguici su

Attualità

Arriva il “Panettone sospeso” con il Delfino

Così il Natale sarà più bello davvero per tutti

Pubblicato

il

Acquistare un panettone o un altro dolce, e lasciarlo “in sospeso” per qualcuno che non naviga in buone acque.

E’ questa la nuova iniziativa che l’associazione Delfino di Valdilana lancia in vista del Natale. Nel recente passato erano stati proposte le “Scatole di Natale”, quest’anno invece viene messo in pista il progetto “Panettone sospeso”.

Ma di che si tratta? «Abbiamo preso spunto dalla bella abitudine del “caffè sospeso” che è stata adottata in molti locali sparsi per l’Italia – spiega il presidente dell’associazione Ernesto Giardino -. In pratica, è un caffè che chiunque può lasciare pagato al bar, appunto “in sospeso”, e che poi può essere consumato da qualcuno che ha oggettivi problemi economici. Analogamente, con il nostro “panettone sospeso” noi invitiamo i cittadini a pagare e lasciare “in sospeso” un panettone o un altro dolce che verrà raccolto in un apposito contenitore presente nei punti vendita che hanno aderito alla nostra iniziativa.

Ci sembra un bel modo per creare solidarietà e vicinanza tra le persone del nostro paese. Ovviamente ognuno è libero di lasciare “in sospeso” quello che può e che vuole: dal dolcetto per bambini al panettone da un chilo… Chi vuole, partecipi. Ma con la massima libertà».

Per lasciare “in sospeso” il dolce basterà semplicemente acquistarlo e poi lasciarlo nell’apposito contenitore che da sabato 25 novembre sarà messo a disposizione nei punti vendita del territorio che collaborano all’iniziativa.

Ed ecco l’elenco dei negozi. A Ponzone la Conad, la Coop, il DiPiù, il Forno Valsesiano, la pasticceria Dolci d’Incanto. A Pratrivero il panificio Monte Rossiglione, a Cereie l’alimentari di Alberto Alfonsino, a Lora il Best-or di Cesare Belladonna.

Si potranno lasciare “in sospeso” tutti i tipi di dolce: panettone e pandoro, torrone, cioccolato e via dicendo. Questi prodotti verranno poi ritirati dai volontari dell’associazione Delfino e messi a disposizione di persone e famiglie con problemi economici che già vengono aiutate con la distribuzione di alimenti. Ma anche di anziani soli e altre persone che hanno bisogno di percepire la solidarietà e la vicinanza del territorio. Il panettone sospeso parte dunque sabato 25 novembre e si conclude venerdì 15 dicembre.

«Ringraziamo fin d’ora tutti coloro che vorranno condividere questo progetto e darci una mano – conclude il presidente -: ci auguriamo abbia un buon riscontro».

2 Commenti

2 Comments

  1. Gennaro

    26 Novembre 2023 at 18:32

    A NAPOLI abbiamo inventato non solo il caffè sospeso.ma anche la spesa.Comunquw bravi voi ottima iniziativa.

  2. Paola

    26 Novembre 2023 at 21:13

    Valle Mosso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *