La Provincia di Biella > Politica > Sangalli e il paradosso di Palo Alto
Politica Biella -

Sangalli e il paradosso di Palo Alto

Fino ad una settimana fa, al di fuori del Comune di Vigliano che amministra egregiamente da Sindaco da una decina d'anni, nessuno lo conosceva.  Fino ad una settimana fa quando, con un'operazione mediatica brillantissima, si è di fatto candidato a Sindaco della città di Biella essendo, dopo due mandati consecutivi, incandidabile nel proprio Comune.
Luca Sangalli, 41 anni il 6 febbraio prossimo, avvocato, è diventato di colpo il più noto e chiacchierato fra gli innumerevoli personaggi in cerca d'autore che si autorefenziano in grado di ingaggiare la sfida impossibile contro Dino Gentile per lo scranno più alto di Palazzo Oropa.  A staccare Sangalli da tutti è stata una circostanza (fortuita o astutamente programmata) segnalata da questo giornale che vedrebbe il Sindaco di Vigliano, proprio nel momento in cui si candida a Biella, coinvolto in una oscura vicenda. 
Vero? Non vero?  Non ha importanza: “Nel bene o nel male, purchè se ne parli” ha scritto Oscar Wilde nel “Ritratto di Dorian Gray”.

La versione integrale della rubrica è in edicola oggi con la Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente