La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Francesco Beccaro, una gara di solidarietà per aiutare il musicista
Eventi e cultura Biella Circondario -

Francesco Beccaro, una gara di solidarietà per aiutare il musicista

Un ragazzo che merita di essere aiutato

Francesco Beccaro, una gara di solidarietà per aiutare il musicista

Dagli Stati Uniti a Biella

L’oceano non è un ostacolo abbastanza grande per fermare la solidarietà. È rimbalzata dagli States all’Italia, infatti, la campagna di raccolta fondi a sostegno di Francesco Beccaro, musicista biellese attualmente in gravi condizioni di salute.
Alle prese con una colite ulcerosa autoimmune, il bassista è stato ricoverato in ospedale, nella Grande Mela, dove vive da una decina d’anni. Una volta dimesso, è tornato nel suo appartamento di New York, dove tuttora sta seguendo le cure ed è sostanzialmente impossibilitato a muoversi. Insieme a lui da alcune settimane, c’è anche la madre, che lo ha raggiunto per assisterlo nel suo cammino verso la guarigione. Fortunatamente il 32enne di Biella si riprenderà, ma ci vorrà parecchio tempo, il percorso di recupero sarà molto lento e graduale.

Raccolta fondi

Considerate le sue condizioni, ormai da mesi non può né suonare né insegnare, quindi ai problemi di salute si sono aggiunti inevitabilmente quelli economici. Per questo motivo gli amici e colleghi americani hanno avviato una campagna di raccolta fondi in suo sostegno.
«E’ una cosa molto comune negli Stati Uniti – spiega il fratello, Andrea Beccaro -, soprattutto nel mondo dell’arte. Adesso l’assicurazione di Francesco copre le spese mediche, ma ovviamente non il resto. Questi soldi servono quindi a dargli una mano con le spese quotidiane della sua permanenza a New York, dato che come detto non può lavorare».

La malattia

Francesco Beccaro è alle prese con questa malattia da tempo. I primi disturbi risalgono a diversi mesi fa, la situazione è poi precipitata a metà novembre. Le prime settimane sono state le più dure, anche perché non ha ricevuto fin da subito un trattamento particolarmente efficace e adeguato. Il quadro è migliorato quando i medici sono finalmente riusciti a diagnosticare la malattia.
«Adesso mio fratello sta migliorando – conferma Andrea Beccaro -, ma molto lentamente. In questo momento in pratica non può muoversi, farebbe fatica anche solo a fare le scale. Prima di poter tornare ad avere una vita normale dovrà pazientare parecchio. Quando starà meglio, rientrerà in Italia per la convalescenza. Resterà a Biella, in un posto sicuramente meno frenetico e stressante. Per ora però non è possibile, le sue attuali condizioni fisiche gli impediscono anche di viaggiare».
Se gli amici della Grande Mela si sono subito attivati per aiutare Francesco, quelli biellesi non sono stati da meno. Negli ultimi giorni sono apparsi diversi appelli sui social network. Uno di quelli più accorati è di Maurino Dellacqua: «Francesco Beccaro – ha scritto su Facebook -, oltre ad essere un musicista eccellente è un caro amico da tempo. Da una decina d’anni circa vive a NY come musicista ed insegnante. Lo scorso anno gli è stata diagnosticata una malattia che da mesi lo costringe a stare a letto bloccato, senza poter lavorare, senza poter suonare. Francesco ha bisogno di aiuto per cure e assistenza, e per poter permettere ai familiari di stargli vicino oltre oceano. Qualunque tipo di aiuto è utile… tantissimo. Vi prego di diffondere il più possibile e di aiutarlo, in qualunque misura vogliate. Grazie di cuore, siamo tantissimi e e possiamo fare altrettanto».

Come sostenere il bassista

Il musicista ha quindi pubblicato il link relativo alla raccolta fondi. Altrettanto facciamo noi. Chi vuole contribuire e sostenere il bassista biellese nel suo percorso di guarigione, può scoprire come farlo visitando questo indirizzo: https://www.gofundme.com/FrancescoBeccaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente