Seguici su

Attualità

I candidati che vogliono lavorare nei campi ci sono, non ci sono invece le aziende agricole che assumono

Pubblicato

il

Non c’è soltanto l’ufficio tra le aspirazioni dei giovani che, forse anche a causa delle restrizioni imposte dal Coronavirus, sembrano riscoprire i lavori all’aria aperta. E’ quanto emerge dagli iscritti al portale di web matching iolavoro.org/agricoltura, l’iniziativa della Regione Piemonte per sostenere le imprese del settore agricolo nel reclutamento di personale. A meno di un mese dal lancio dell’iniziativa sono 1.312 le persone, la maggior parte under 39, che si sono candidate a lavorare nei campi.
    All’appello mancano invece le aziende, appena nove, dato quest’ultimo che sembra essere in controtendenza rispetto alle richieste di manodopera che arrivano dalle associazioni di categoria.
    “Dopo gli allarmi lanciati nelle scorse settimane da Coldiretti e Confagricoltura ci aspettavamo una maggiore domanda”, afferma all’ANSA Federica Deyme, direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro. “Sono oltre 8 mila le imprese agricole piemontesi che hanno la necessità di far fronte alla raccolta delle loro produzioni – ricorda – averne iscritte al portale soltanto nove è davvero poco”. Una settantina, per ora, i profili richiesti, tra braccianti, raccoglitori, potatori e conducenti di trattori.

fonte Ansa

1 Commento

1 Commento

  1. S MARCO

    23 Maggio 2020 at 13:21

    le aziende agricole vogliono gli invasori clandestini per pagarli 2 euro ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com