Seguici su

Circondario

Gaglianico, arrivato quasi un milione e mezzo di euro di finanziamenti

Gaglianico ha presentato nei mesi scorsi mesi diversi progetti per poter effettuare interventi su diverse strutture pubbliche del territorio

Pubblicato

il

gaglianico

L’Amministrazione del Comune di Gaglianico ha presentato negli scorsi mesi diversi progetti volti a richiedere i fondi necessari per poter effettuare interventi su diverse strutture pubbliche del territorio e, finalmente, in queste settimane sono arrivati i primi riscontri positivi.

«Abbiamo ricevuto in questi giorni la comunicazione ufficiale relativa alla concessione del finanziamento di 3 progetti presentati quest’anno – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Luca Mazzali (nella foto con il sindaco Paolo Maggia) – Il più importante di questi di circa € 1.100.000 riguarda la ristrutturazione e l’efficientamento energetico dell’edificio che ospita l’Asilo Nido. Questi interventi miglioreranno la struttura sia dal punto di vista funzionale sia il consumo energetico, con conseguente abbattimento dei costi per il riscaldamento.

E’ previsto un ampliamento con la creazione di una nuova aula che ospiterà i bambini, il posizionamento di un “cappotto esterno” e la sostituzione di tutte le finestre e porte-finestre utilizzando serramenti in alluminio a taglio termico dotati di vetro basso emissivo. Questi lavori ci permettono di completare la ristrutturazione dell’intera struttura che comprende oltre all’Asilo Nido anche la Scuola Materna già oggetto del medesimo intervento nel 2019. Gli altri finanziamenti riguardano invece la progettazione definitiva ed esecutiva di 2 progetti altrettanto importanti: il primo di circa € 99.000 relativo allo studio e allo sviluppo del II° lotto dell’edificio “Cascina del Laghetto”, recentemente donata al Comune; l’altro di circa € 78.000 riguarda lo studio per l’ampliamento della palestra delle Scuole Medie, con la realizzazione delle tribune, degli spogliatoi e di un accesso dedicato agli spettatori».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *