Seguici su

Fuori provincia

Alessandria: cacciatore scambia ciclista per un animale e gli spara

Ricoverato in codice rosso, ma non è in pericolo di vita

Pubblicato

il

Stava facendo un giro con la bici nel bosco, in provincia di Alessandria, quando un cacciatore lo ha scambiato per un animale e gli ha sparato, colpendolo a un braccio e all’addome.

E’ successo nei giorni scorsi a Gremiasco, in Val Curione, nell’Alessandrino. Il biker è stato ricoverato in codice rosso.

Come raccontato da Notizia Oggi, il ciclista ferito è un 50enne residente in provincia di Pavia. A quanto risulta dai rilievi delle forze dell’ordine, stava percorrendo alcuni tratti sterrati in sella alla sua mountain bike. Improvvisamente ha sentito un dolore lancinante a un braccio e al busto, ed è caduto a terra. Era stato appunto colpito da una scarica di pallini sparati da un cacciatore, che con altre doppiette era impegnato in una battuta in zona.

Soccorso dai cacciatori stessi, l’uomo è stato poi affidato alle cure degli operatori del 118. La zona era impervia, quindi è intervenuto anche l’elicottero, oltre a una squadra di vigili del fuoco di Tortona.

Fortunatamente il ferito non è in pericolo di vita.

4 Commenti

4 Comments

  1. Luigi

    29 Novembre 2023 at 20:12

    I cacciatori sono rimasti all’idea di quando cacciavano i bufali, peccato che non era nel nostro territorio, sarebbero soggetti da eliminare, come fanno loro con le speci viventi ritenute diverse.

    • Steap63

      2 Dicembre 2023 at 8:31

      I custodi del territorio, i veri amici della natura che rispettano le regole…… poi se a volte sbagliano pazienza….si sentono intoccabili…. ma ci si rende conto di che gente gira armata?

    • Lukez

      2 Dicembre 2023 at 16:12

      Il plurale di specie è e si scrive sempre specie.
      La zona era impervia, sapendo del periodo venatorio, un accortezza anche da parte dei mtbikers ci dovrebbe essere.
      Lo dico da mtbiker…

      • Steap63

        3 Dicembre 2023 at 9:16

        Si indubbiamente ci vuole cautela da parte di ciclisti,escursionisti,fungaioli etc…, ma a maggior ragione la stessa cautela dovrebbero averla coloro che girano con un fucile mentre sovente non è affatto così e lo dimostrano gli incidenti anche mortali che tutti gli anni succedono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *