Seguici su

Eventi e cultura

Una giovane ballerina biellese sul set di House of Gucci

Pubblicato

il

BIELLA – «È stato davvero emozionante, anche perché non me l’aspettavo: l’opportunità mi è piovuta dal cielo all’improvviso».

Sono le parole di Carola Balocco, giovane ballerina biellese che ha avuto modo di lavorare “fianco a fianco” con mostri sacri del calibro di Lady Gaga e Adam Driver. Nei giorni scorsi, infatti, ha partecipato alle riprese del film House of Gucci, a Milano, crime che ruota attorno alle figure di Maurizio Gucci e Patrizia Reggiani, seguendo le orme dell’omonimo romanzo di Sara Gay Forden. Per Carola, 26 anni e la danza nel sangue (ha frequentato anche l’accademia di Danza e Spettacolo M.As di Milano), un piccolo ruolo da comparsa nell’attesa pellicola diretta da Ridley Scott, un piccolo ruolo, ma una bellissima e inattesa esperienza.

«Da circa quattro anni – spiega a proposito di come è arrivata la chiamata – sono iscritta a un’agenzia che recluta comparse e figuranti per film e spot pubblicitari, magari quasi non compari nemmeno, ma è un bel modo per vedere da vicino come funzionano le macchine cinematografiche e pubblicitaria. In passato mi hanno chiamata qualche volta per alcuni spot e per il film Gli sdraiati, con Claudio Bisio. Da diversi mesi, però, non sto più candidando ai vari annunci, perché sono impegnata con un altro lavoro».

Quindi non si aspettava assolutamente di essere contattata: «Una sera – ricorda – stavo proprio uscendo dal lavoro quando mi è arrivato un messaggio da uno dei responsabili dell’agenzia: “La produzione di House of Gucci ti ha scelta come comparsa dal nostro archivio”. Non mi è parso vero, ma non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione. Quindi ho chiesto alla mia datrice di lavoro la possibilità di perdere un paio di giornate per partecipare e, fortunatamente, mi ha risposto positivamente. Non so se fossi più stupita o emozionata».

Dopo tre tamponi e la prova costumi, Carola si è quindi ritrovata sul set, dove doveva interpretare una delle studentesse davanti alla Statale di Milano, in occasione del primo incontro tra Maurizio Gucci e Patrizia Reggiani, interpretati appunto da Driver e Lady Gaga.
Sempre la stessa agenzia, tra l’altro, l’ha anche ingaggiata per “vestire i panni” della pop star nella preparazione di uno shooting fotografico: «Sostituisci un attore – spiega la 26enne – durante le attività preliminari di sistemazione di tutti i dettagli, dalla sistemazione delle luci allo studio delle posizioni, che precedono il servizio fotografico».

Una breve parentesi che le ha permesso di vedere da vicino il mondo di Hollywood e alcuni dei suoi protagonisti.
«Qualche volta – racconta – è comparso anche Ridley Scott, anche se il più delle volte lui rimaneva dietro le quinte e noi avevamo a che fare principalmente con i numerosi aiuto registi. Vedere una troupe di questo livello in azione è stato davvero uno spettacolo arricchente. Le mie impressioni sui protagonisti? Lady Gaga sembra molto dolce, era tranquillissima e super disponibile, ogni tanto si fermava anche a scambiare due parole con qualcuno di noi. Adam Driver è incredibilmente affascinante e professionale, sembra sempre estremamente concentrato e sul pezzo».

Un’importante esperienza nel curriculum della ballerina biellese, che si schermisce se la si chiama attrice: «No, per carità – sottolinea -, per tre anni ho studiato anche canto e recitazione in accademia, ma nell’ambito della mia formazione come danzatrice. Per quanto mi affascini e interessi, non posso dire di essere un’attrice. O fai una cosa, o fai l’altra, altrimenti rischi di farle entrambe male…».

Però, comunque, nonostante non ci siano parti parlate, il ruolo di comparsa non è così semplice come appare… «Beh, in effetti no… ma la parte recitativa della comparsa è più che altro nell’intenzione, nell’evitare di sembrare un manichino che si muove a caso».
Chiusa questa parentesi, Carola Balocco ha già fatto ritorno alla propria vita, portandosi dietro una bella esperienza e un paio di foto in cui la si vede accanto alla celebre cantante americana di origini italiane?

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità