Seguici su

Biella

Tra Covid e calo delle nascite il Piemonte ha perso una città grande quasi come Biella

I dati IRES relativi al 2020

Pubblicato

il

Tra Covid e calo delle nascite il Piemonte ha perso una città grande quasi come Biella

Secondo quanto rilevato dagli esperti dell’istituto regionale IRES nei quindici mesi dall’inizio della pandemia il consolidarsi della campagna vaccinale offre appigli solidi alla speranza di chiudere questo percorso doloroso, o per lo meno di entrare in una fase molto più agevole da gestire. Nel frattempo la nostra società e il nostro sistema economico sono stati sottoposti ad uno straordinario “stress test” che ha evidenziato debolezze, accelerato cambiamenti e che ci sta portando verso un’opportunità forse irripetibile di rilancio, anzi di rigenerazione. A causa dell’incremento dei decessi causa Covid, del calo delle nascite e della frenata delle migrazioni nel 2020 la popolazione piemontese si è ridotta di 38.000 unità; è come se fossero sparite due città come Saluzzo e Savigliano oppure una città quasi come Biella che conta circa 43mila residenti. La pandemia sta ribadendo quanto sia delicata la situazione demografica del Piemonte e come questa si intrecci con la precarizzazione del lavoro, la sotto-utilizzazione delle competenze, le diseguaglianze.
E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *