La Provincia di Biella > Cronaca > Prende a calci e morsi degli Agenti e scappa in Germania per sottrarsi agli arresti domiciliari: arrestato 23enne
Cronaca Fuori provincia -

Prende a calci e morsi degli Agenti e scappa in Germania per sottrarsi agli arresti domiciliari: arrestato 23enne

Tutto è cominciato perchè trovato sprovvisto del biglietto del treno

Lunedì mattina la Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 23 anni di origine marocchina che era riuscito a sottrarsi agli arresti domiciliari.

Lo fermano all’aeroporto

L’uomo era appena rientrato dalla Germania dove era stato rimpatriato dalle autorità tedesche perché sprovvisto di documenti validi per la permanenza in quel Paese quando è stato fermato, nella primissima mattinata, dagli Agenti all’aeroporto di Milano Malpensa. Da un controllo è emerso che il 23enne risultava colpito dalla misura cautelare degli arresti domiciliari in relazione ad un episodio che lo aveva visto protagonista quando, a bordo di un treno in partenza dalla stazione di Vercelli, era stato trovato senza biglietto.

Prende a calci, pugni e morsi gli Agenti che lo fermano

Il personale di bordo del treno trovandolo senza titolo di viaggio aveva cercato di impedirgli di partire ma l’uomo si era rifiutato di scendere ostacolando la partenza del treno e costringendo così il controllore a rivolgersi alle Forze dell’Ordine. All’arrivo degli Agenti, intervenuti per risolvere la situazione, il giovane ha cominciato a insultarli e colpirli con calci e pugni, tanto che alcuni di loro hanno riportato lesioni, in particolar modo uno Agente, a causa di un morso, ha perso moltissimo sangue.

Prima l’obbligo di firma e poi i domiciliari

Arrestato in flagranza per il reato di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale il giovane è stato sottoposto, nell’Udienza di convalida, all’obbligo di firma presso la Questura di Vercelli. Nei giorni successivi, però, il 23enne si era sottratto sistematicamente a tale obbligo; la Polizia di Stato ha chiesto quindi un aggravamento della misura, tramuta in arresti domiciliari. Tale misura, però, non è mai stata eseguita in quanto il soggetto è riuscito a scappare in Germania proprio con l’intento di sottrarsi a tale restrizione.

Il ragazzo viene arrestato

Appena intercettato dagli Agenti all’Aeroporto di Milano Malpensa, gli uomini della Squadra Mobile di Vercelli si sono attivati per chiedere un nuovo aggravamento della misura cautelare precedentemente disposta. Tale richiesta è stata accettata dal Giudice che ha disposto la Custodia Cautelare in Carcere per il giovane poiché, oltre all’indole violenta dello stesso, la fuga verso la Germania ha comportato una macroscopica lesione della restrizione precedentemente impostagli.

Il giovane, già noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti per furti, anche aggravati, lesioni a Pubblico Ufficiale, è stato, quindi, tradotto nel carcere di Vercelli.

© riproduzione riservata