La Provincia di Biella > Cronaca > Gemelle morte in casa, suicidio escluso dall’autopsia
Cronaca Fuori provincia -

Gemelle morte in casa, suicidio escluso dall’autopsia

I primi risultati dell'autopsia escludono gesti anticonservativi

Bussoleno – Non si è trattato di suicidio. La morte di Maria e Vittoria Perottino, le due gemelle di 66 anni trovate senza vita in casa nel Torinese, non è attribuibile a un gesto anticonservativo.

E’ quanto emerge da alcune indiscrezioni sui primi risultati dell’autopsia, disposta dal pubblico ministero Elisa Pazè. Per fare piena chiarezza sull’accaduto, verranno eseguiti altri accertamenti. Non è da escludere che si sia trattato di un tragico incidente domestico, provocato da una fuga di gas.

La vicenda, per la quale è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo (un atto dovuto per consentire l’avvio delle indagini), risale allo scorso 26 maggio, quando i carabinieri trovarono le due donne prive di vita. Le due donne erano decedute già da tempo.

© riproduzione riservata