Seguici su

Cronaca

Dopo i danni al cimitero ora i vandali prendono a calci delle arnie e le rovesciano giù per la riva

Pubblicato

il

ROPPOLOAncora un atto di vandalismo in paese, l’ennesimo. A circa tre mesi dai fatti incresciosi accaduti al cimitero, dove ignoti, senza nessun rispetto avevano preso a calci vasi e lumini, una nuova vicenda ha nuovamente scosso la comunità di Roppolo.

Distruggono un capanno per gli attrezzi

Nel mirino degli irresponsabili ignoti questa volta è stata una casetta da cantiere, utilizzata per il ricovero degli attrezzi collocata da una signora olandese in un terreno privato, alle spalle del cimitero locale.

Prendono a calci le arnie

L’interno è stato completamente distrutto. Non soddisfatti dell’atto incivile, gli autori del gesto hanno poi colpito a suon di calci e rovesciato giù per la riva una decina di arnie che un apicoltore aveva collocato nei paraggi.

«Si tratta molto probabilmente dell’ennesima bravata compiuta da alcuni giovani un po’ sbandati – afferma il primo cittadino Renato Corona – che, mal sopportando la situazione contingente legata all’emergenza coronavirus, pensano di sfogarsi in questo modo creando un danno non indifferente verso persone che si sono attivate per il paese. Chi recuperando una vecchia vigna da mettere a disposizione per i pellegrini o chi allevando api in tranquillità. Sul caso specifico, ho consigliato di fare denuncia ai Carabinieri per non lasciare impuniti simili comportamenti».

Se qualcuno ha visto qualcosa mi chiami

Il sindaco lancia poi un appello ai suoi concittadini: «Se qualcuno ha visto o conosce gli autori di questo scempio mi contatti in Comune. Ricordo che il silenzio e l’omertà rende complici. Solo collaborando si potrà avere un paese migliore e sicuro».

Intanto, in paese la gente si chiede chi ci possa essere dietro a degli atti così inutili oltre che incivili: «Potrebbe esserci dietro la stessa mano, non lo escludo a priori – conclude il sindaco -. Sono fatti molto simili. Ora, mi sono proposto di dare un mano con i nostri volontari civici per rimettere in ordine l’area colpita dai vandali».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com