La Provincia di Biella > Cronaca > Condannato per maltrattamenti, costringeva con la violenza la moglie e la figlioletta a pregare
Cronaca Valli Mosso e Sessera -

Condannato per maltrattamenti, costringeva con la violenza la moglie e la figlioletta a pregare

L'uomo dovrà scontare due anni di carcere e dare un risarcimento danni

VALDILANA – Condannato per maltrattamenti, costringeva con la violenza la moglie e la figlia a pregare.

Botte e minacce

E’ stato condannato per maltrattamenti in famiglia un uomo di Valle di Mosso accusato di costringere la figlia e la moglie a pregare. Secondo le accuse, l’uomo avrebbe costretto entrambe a pregare, dando schiaffi e mettendo in castigo la figlia di pochi anni in caso di dimenticanza. Avrebbe inoltre più volte detto alla moglie di essere “una strega” e di doverla punire in ottemperanza alle parole della Bibbia.

Due anni di carcere e 6mila euro di risarcimento

Adesso l’uomo, come riportano i colleghi di NotiziaOggi, dovrà scontare due anni di reclusione e dovrà dare un risarcimento danni di 6mila euro.

Immagine di repertorio

© riproduzione riservata