Seguici su

Attualità

“Vengo a casa sua e le somministro il vaccino” nuova truffa agli anziani messa in atto in questi giorni

Pubblicato

il

I malfattori non si fermano davanti a nulla diventando sempre più ingegnosi; un nuovo modo per trarre in inganno le persone più vulnerabili, infatti, è quello di chiamare per fissare un appuntamento per somministrare il vaccino direttamente in casa.

Diversi anziani sono stati contattati

A lanciare l’allarme sono i Sindaci di alcuni paesi della Valsessera allertati dai medici e dai cittadini. In questi giorni, infatti, sembra che diversi anziani siano stati contattati al telefono da persone che chiedevano di programmare un appuntamento per somministrare il vaccino in casa.

Barbesin avvisa i cittadini

Come riportano i colleghi di NotiziaOggi, questo, per esempio, è l’avviso postato su Facebook da Gianluca Foglia Barbisin, primo cittadino di Coggiola (ma lo stesso vale per altri centri della zona.)

Mi segnalano che alcuni cittadini anziani sono stati contattati al telefono da persone che dicono che passeranno presso la loro abitazione per fare il vaccino anti Covid. Non esiste questa possibilità, quindi si tratta sicuramente di malintenzionati. Non aprite a nessuno per questo motivo e cerchiamo tutti di avvisare le persone anziane di nostra conoscenza mettendole in guardia da questi malfattori. Le vaccinazioni inizieranno il giorno giovedì 25 febbraio per gli ultraottantenni e si svolgeranno presso la nostra Casa della salute in via Garibaldi. Sarete contattati”.

 

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *