La Provincia di Biella > Attualità > Veleno per topi disseminato lungo le vie del paese a Occhieppo inferiore, fate attenzione
Attualità Circondario -

Veleno per topi disseminato lungo le vie del paese a Occhieppo inferiore, fate attenzione

Un cane è stato male dopo aver fatto il consueto giretto con la sua proprietaria nella zona della Strada della Pigna

OCCHIEPPO INFERIORE«Ci terrei in particolar modo che questa notizia venisse resa pubblica attraverso le pagine del vostro giornale».

Queste sono le parole pronunciate da Alessandra B, una giovane donna che vive ad Occhieppo Inferiore. Nei giorni scorsi è stata protagonista in una triste vicenda: «Come accade quotidianamente – spiega la giovane -, qualche giorno fa ho portato il mio cane “Nina”, un bulldog francese a fare un giro. Dopo qualche ora ha iniziato a vomitare e a star male. A quel punto ho deciso di portarla dal veterinario per una visita. E’ emerso che si trattava di una pancreatite acuta, dovuta da avvelenamento. Quando mi sono recata in farmacia per acquistare le medicine mi è stato detto che anche altri clienti hanno avuto la medesima disavventura, che con ogni probabilità si trattava di alcuni bocconi avvelenati disseminati in giro per il paese. Si presume veleno per i topi. Ora per fortuna Nina si è ripresa e sta bene, ma il mio vuole essere un appello: fate attenzione quando portate a spasso per Occhieppo Inferiore i vostri cani, una dose di veleno elevata potrebbe – conclude Alessandra -, risultare fatale».

A fronte di questa triste vicenda, c’è un altro aspetto da non sottovalutare. In paese ci sono in giro tanti gatti randagi, se anche solo uno di loro dovesse per discapito ingerire una piccola quantità di veleno per topi potrebbe morire: «Il veleno – spiegano dalla Clinica Veterinaria San Giorgio -, svolge la sua azione di anticoagulante causando una mancata produzione di alcuni fattori della coagulazione. La mancanza di tali fattori può causare all’animale emorragie gravissime. I sintomi sono. Depressione, letargia, inappetenza, sanguinamento gengivale, sanguinamento dal naso, vomito con sangue, feci con sangue (feci possono apparire anche marcatamente nere), urine con sangue».

Mauro Pollotti

© riproduzione riservata