Seguici su

Attualità

Rifiuti, sono 240 le famiglie che non riescono a pagare la bolletta

Pubblicato

il

Sono 240 le famiglie residenti in città che hanno ottenuto il contributo economico per il pagamento della bolletta rifiuti 2016, recapitate nei mesi scorsi. In questi giorni l’amministrazione comunale sta completando le ultime procedure prima di effettuare tra i richiedenti la ripartizione dei 60mila euro messi a disposizione, come conferma l’assessore e vicesindaco Diego Presa,
«L’erogazione del contributo avverrà a breve – dichiara – in due modi differenti: per coloro che avevano già provveduto al pagamento  verrà decurtato dalla bolletta relativa al 2017, mentre i morosi vedranno diminuire il loro debito nei confronti Seab».
Sempre secondo quanto afferma l’esponente della giunta cittadino, l’aiuto economico verrà riproposto anche quest’anno: «Mentre da una parte gli uffici stanno completamento la graduatoria 2016, dall’altra si sta lavorando per il nuovo bando che verrà riproposto praticamente negli stessi termini».
Ricordiamo che il fondo di 60mila era stato costituito grazie ai risparmi ottenuti dalla generalità rispetto a quanto preventivamente messo a bilancio. Per quanto riguarda la possibilità di ottenere il contributo economico, il bando prevedeva un reddito  Isee pari o inferiore a 6.800 euro mentre un altro fattore determinante per l’assegnazione del contributo stesso era il numero dei componenti del nucleo famigliare, con maggiore attenzione – come giusto che fosse – alle famiglie più numerose.

Sono 240 le famiglie residenti in città che hanno ottenuto il contributo economico per il pagamento della bolletta rifiuti 2016, recapitate nei mesi scorsi. In questi giorni l’amministrazione comunale sta completando le ultime procedure prima di effettuare tra i richiedenti la ripartizione dei 60mila euro messi a disposizione, come conferma l’assessore e vicesindaco Diego Presa,
«L’erogazione del contributo avverrà a breve – dichiara – in due modi differenti: per coloro che avevano già provveduto al pagamento  verrà decurtato dalla bolletta relativa al 2017, mentre i morosi vedranno diminuire il loro debito nei confronti Seab».
Sempre secondo quanto afferma l’esponente della giunta cittadino, l’aiuto economico verrà riproposto anche quest’anno: «Mentre da una parte gli uffici stanno completamento la graduatoria 2016, dall’altra si sta lavorando per il nuovo bando che verrà riproposto praticamente negli stessi termini».
Ricordiamo che il fondo di 60mila era stato costituito grazie ai risparmi ottenuti dalla generalità rispetto a quanto preventivamente messo a bilancio. Per quanto riguarda la possibilità di ottenere il contributo economico, il bando prevedeva un reddito  Isee pari o inferiore a 6.800 euro mentre un altro fattore determinante per l’assegnazione del contributo stesso era il numero dei componenti del nucleo famigliare, con maggiore attenzione – come giusto che fosse – alle famiglie più numerose.