Seguici su

Attualità

Quel duo che ci tiene di buon umore

Pubblicato

il

BIELLA – Cari amici, un tempo dalle mie parti si diceva “E’ ‘nu brav guaglion”… Oggi, in tempi di Covid, si sente sempre di più dire “E’ ‘nu brav Figliuol”, segno evidente che l’era del generale incaricato di costruire finalmente un piano vaccinale degno di questo nome è nella sua fase più popolare. Speriamo di non doverci ricredere perché rispetto ad Arcuri serve un cambio di passo nazionale e chi più di un generale del suo calibro potrà farci fare questo balzo in avanti?

Speriamo bene, perché dai vaccini e dal buon esito di questa grande operazione di massa dipenderà molto del futuro del nostro Paese e della nostra economia. Che al momento è in alto mare… A questo proposito, da Luna Rossa e alle sue imprese sul mare, a zona rossa, con le sue nefaste conseguenze per tutti, il passo è breve per non dire drammatico.

Dai miei studi “classici” in campagna ricordo questa frase del divin poeta Dante Alighieri: “Lasciate ogni Speranza, o voi che entrate…” Ecco noi nel Covid e in questo disastro economico ci siamo entrati da più di un anno, Speranza non l’abbiamo lasciato ma alla fine ci ritroviamo sempre al punto di partenza. Così come durante questo “cammin di nostra vita” ci siamo imbattuti di nuovo nel Matteo Salvini di governo, che ora, di fronte a queste nuove chiusure totali di bar, ristoranti, spostamenti – nulla è cambiato rispetto a quando era all’opposizione, anzi – sembra aver perso lo slancio polemico dei giorni migliori. Togliere l’occupazione di suolo pubblico, eliminare la TARI, è successo qualcosa Matteo? Poter andare nelle seconde case, ad esempio a Sagliano Micca, magari provenendo da Alessandria… Perché non si può fare Matteo? Che assembramento rischi di creare con lo stesso nucleo familiare della città? E se le seconde case non le posso raggiungere perché continuare a pagare l’IMU, Matteo?

Sono contraddizioni queste che valgono solo quando stai all’opposizione o valgono anche quando stai al governo? Si parla di aiuti, ristori che il più delle volte non arrivano, non sono arrivati nella misura adeguata.

A Biella, si parla anche di… rimpasti per non farci mancare nulla. Ad essere nell’occhio del ciclone in pieno Covid la sempre posizione traballante dell’attuale vice sindaco Moscarola, da sempre sugli “altari delle cronache” suo malgrado assieme al sindaco Corradino. Ecco qui mi sento di lanciare un appello: guai a privare la città, di questo importante “duo politico” che tanto ci tiene di buon umore nonostante tutto. Vederli insieme scattarsi un selfie con il campione di tennis Murray, protagonista nei giorni scorsi a Biella, ci ha riscaldato il cuore. Sembrava di vedere due tifosi che, occhi sognanti, si trovano davanti al loro campione preferito. Chissà chi dei due si sarà fatto sotto con il grande campione per chiedergli di fare una foto con loro? Mah… Come diceva quel modo di dire in uso un po’ di tempo fa: “ Ma che ci vuoi fare, so’ ragazzi…”.

1 Commento

1 Commento

  1. S MARCO

    21 Marzo 2021 at 12:08

    apicella abbiamo capito che la lega ti sta sui coglioni
    fattene una ragione
    impara a fare la pizza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com